Martedì, 03 Settembre 2019 14:09

LA POLIZIA STA DISTRUGGENDO LA CULTURA E LA MUSICA IN GIAMAICA

Scritto da 

Tempo addietro la musica in Giamaica iniziava verso le prime ore del mattino e non finiva se non quando tutti erano cotti dal sole. Forse un eccesso non avere limiti ma rispetto ad oggi c’è un baratro infinito. Ora sei fortunato se ne riesci a vedere una dance fino alla fine

Il Reggae è patrimonio del UNESCO eppure c’è un paradosso ed accade proprio sull’isola dove questa musica è nata. Ne siamo anche noi testimoni, in Giamaica gli eventi vengono chiusi in continuazione e senza spiegazioni. Arriva la polizia e tutti a casa.

SKATTA BURRELL E KONSHENS INVOCANO L’UNITÀ !

“L'ottanta per cento degli eventi che si svolgono sono stati chiusi e quelli che rimangono sopravvivono a malapena. Dobbiamo organizzarci se vogliamo risolvere questo problema.

In quanto attori di questo settore, tutti ne abbiamo beneficio in qualche modo ed è nostro dovere fare ciò che dobbiamo per proteggere questa parte essenziale del nostro business ".

Il produttore musicale della Downsound music,  Skatta Burrell chiede a tutti di unirsi per proteggere il futuro degli eventi musicali sull'isola.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso è pubblicata oggi dal quotidiano The Star. i membri delle forze di polizia stavano “staccando la spina”,  l'ultimo ad essere tagliato è  l’evento Footloose, tenutosi al Mas Camp di Kingston nel fine settimana.

Questi metodi da parte della polizia non riducono il crimine né avvantaggiano un paese che è stato costruito come la Mecca per il meglio dell'intrattenimento che ha dato alla luce così tanti generi musicali, ha influenzato così tante culture e prodotto così tante figure iconiche in tutto il mondo. Ora la nostra cultura sta morendo, una volta sparita, possiamo essere sicuri che sarà quando si accumuleranno più corpi ", ha detto Skatta.

Secondo il dirigente di Downsound, che sta implorando "animatori, produttori, manager, promotori, pubblicisti, agenti di prenotazione, venditori, società di liquori, blogger, case dei media e dipartimenti" governativi "per mettere in atto infrastrutture e regolamenti chiari che garantiscano la protezione della  musica e cultura ".

È stato supportato subito dall'artista di Dancehall Konshens, che ha affermato che gli eventi di Dancehall erano sotto attacco

La lotta contro le dancehall ed eventi è irreale in Giamaica e i metodi non hanno alcun effetto positivo sul crimine. In realtà, avvantaggia il CRIMINE !!

Ma soprattutto, aggiungiamo noi  scoraggiano i turisti che restano esterefatti.

Ci uniamo anche noi a quest' appello che vale anche per tutti i media.

 

Letto 668 volte