Sabato, 23 Novembre 2019 14:09

RED BULL CULTURE CLASH: IN JAMAICA LA SUA VERSIONE PEGGIORE E DISEDUCATIVA

Scritto da 

Si è aperto un caso e l'opinione pubblica è rimasta scandalizzata quando uno dei team che hanno raggiunto la finale è stato mortificato oltre ogni limite. Non stiamo parlando di parolacce all'ordine del giorno negli scontri,ne di offese personali anche queste purtroppo eccessive, poi condannate da Capleton, ma lo leggerete nel resto di questo articolo.

Un dubplate in particolare non doveva essere suonato, quelle offese dovevano restare nel hard disk è mai usate.

Svoltosi per la prima volta in Jamaica la madre del clash da dove il Red Bull Culture ne ha attinto la formula, nel giorno del 2 Novembre per la ricorrenza dell'incoronazione allo Stadium Arena invece è successo di tutto.

La formula del clash prevede lo scontro tra vari sound system divisa in round fino al Tun fi Tune quando i 2 sound usciti vincenti si scontrano snella finale.

A decretare il vincitore al Red Bull Culture Clash 2019 è stato il “Decibel Metre” . Sull'isola la ha debuttato tecnologia, con 104 decibel contro i 94 la folla accorsa alla manifestazione ha decretato il sound vincente e stroncato gli avversari di Romeich Entertainment.

Un pannello segnava e registrava addirittura i picchi di rumore corrispondenti alla somma delle urla dei presenti. La massiva scatenata ha supportato Strike Force e messo fine alla vergognosa offesa.

 

Tutto è permesso in un clash, no assolutamente ci sono delle regole tra cui quelle morali e su questo è stato chiaro Fireman “ La competizione ha fatto dancehall. Prima si faceva solo per divertimento, ma in questi tempi, penso che esagerino troppo ” ha dichiarato Capleton al Jamaica Observer

 

COSA E' SUCCELLE E LA GOCCIA CHE HA FATTO TRABOCCARE IL VASO

 

Durante la parte finale che alleghiamo, che potrete vedere ed ascoltare, Strike Force è stato offeso da un Dubplate "speciale" registrato forse prima dell'incidente ad uno dei collaboratori del proprio team.

Questa persona ed esattamente il silecta di Strike Force , è morto in un incidente poco prima.

La canzone contro Niko Chromatic non doveva essere suonata è vergognoso offendere una persona deceduta.

E questo ha fatto scoppiare un caso mediatico ed in tanti prendono le distanze ma nonostante il vergognoso incidente, Capleton e Jah Vinci credono i Clash siano essenziali per la dancehall, se sono solo per puro divertimento.

 

La competizione è la formula storica nata sull'isola ma le offese e parolacce sono un virus

 

Jamaica Red Bull Culture Clash 2019 Part 4 Finale

 

fonte: Jamaican Observer

 

 

 

 

Letto 30 volte