Sabato, 10 Marzo 2018 11:38

PRIMO RACCOLTO LEGALE IN GIAMAICA - PROSSIMA APERTURA DEL PRIMO DISPENSARIO

Scritto da 

Dopo un secolo di proibizionismo una svolta epocale sull'isola del Reggae.  E' pronto il primo raccolto che porterà all'apertura al primo punto vendita nei prossimi giorni.

Osannata nelle canzoni e nella spiritualità Rastafari fino a qualche anno fa combattuta con ogni mezzo. Alimentava la corruzione della polizia e metteva in serio imbarazzo tutti coloro che giunti dopo un lungo viaggio rischiavano ogni giorno di finire in carcere per un semplice spliff.

Anche i giamaicani, per niente risparmiati, tanti anche gli artisti finiti in gattabuia perché in possesso di marijuana .

Poi la legge sulla depenalizzazione nata per puri motivi economici, il parlamento si esprime positivamente al cambiamento, i Rasta insorgono e riscattano la loro figura per oltre centinaia di anni ritenuta alla pari di spacciatori. Il movimento Rasta unito pretende ed ottiene regole speciali all'interno della legge.

Un permesso speciale in cui poter celebrare Rastafari con ganja e da poterla vendere.

Se riassumendo fin'ora si poteva vendere solo nei festival Rastafari e nelle Reunion Rrastafari, oggi la ganja sta crescendo legalmente nella nazione insulare.

 

KAYA Farms - una consociata di Kaya Herbhouse, sede del primo dispensario di cannabis medico legale della Giamaica - ha avuto il suo primo raccolto ufficiale

Le piante del raccolto, secondo un comunicato stampa, saranno curate, rifilate e confezionate per la vendita a Kaya Herbhouse in St Ann

La prima vendita sarà destinata a pazienti che anno delle patologie.

 I regolamenti, consentono la vendita e l'uso di ganja per ragioni specifiche, vale a dire in conformità con la raccomandazione scritta o la prescrizione di un medico , per il consumo nei locali o per la fornitura di servizi terapeutici .

 

"Sono davvero onorato come giamaicano ad essere stato il primo a fare il passo storico in cui il nostro paese può finalmente monetizzare in questo settore come hanno già fatto Europa, Australia, India, Cina e Stati Uniti", ha dichiarato Balram Vaswani, presidente di Kaya Farms."

Kaya Herbhouse aprirà ufficialmente i battenti in marzo 2018, per la prima fase dell'apertura al pubblico in cui tutti i giamaicani e i turisti dovranno conformarsi a uno dei quattro regolamenti per l'acquisto di prodotti di ganja e ganja.

Le persone potranno acquistare legalmente marijuana per scopi medicinali e sperimentare la Kaya Herbhouse e il Kaya Café", ha proseguito Vaswani.

L'obiettivo di Kaya è quello di rendere la Giamaica il fiore all'occhiello dell'industria del turismo del benessere globale e diventare il nuovo simbolo delle radici e dello stile di vita dell'isola.

A breve anche l'apertura della seconda in ordine,  la Everything Oily, che trasformerà le piante in medicinali a base di olio.

 

 

 

 

 

Letto 1255 volte