Video

Video (45)

Martedì, 22 Marzo 2016 15:39

NUOVO VIDEO PER DABADUB SOUND SYSTEM - NON HO PAURA!

Scritto da

Sono netti i riferimenti al tema dell’intolleranza nell’ultimo singolo del trio aquilano Dabadub. Il brano, prodotto dall’etichetta discografica abruzzese Jamrock Records, è uscito ieri e si intitola “Non ho paura”. Nella canzone, il cui video è stato pubblicato sul canale ufficiale dell’etichetta, si notano riferimenti a varie tematiche attuali, a partire da quella delle Unioni Civili (con una critica agli atteggiamenti di determinati gruppi cattolici), fino ad arrivare alle tematiche del razzismo e dell’immigrazione (con, ad esempio, riferimenti nel video ai suprematisti bianchi del Ku-Klux Klan). La canzone è contenuta nell’ultimo album del Dabadub Sound System, scaricabile gratuitamente da www.jamrockrecords.com

In un nuovo video messaggio Luciano chiede a tutti i suoi fans, di comprendere il motivo per cui ha dovuto spostare e non cancellare le date dei suoi concerti in programma. Dopo il recente lutto dovuto per la morte di Menelik il giovane figlio adolescente, brutalmente assassinato da altri tre della stessa età, ha lasciato un vuoto incolmabile in Luciano e nella sua famiglia.

“Supportatemi per favore, terribile, terribile quello che mi è accaduto.”

Come aiutare Luciano ?

Semplice andare ai suoi prossimi concerti e non perdersene uno, di certo non solo non farà male a nessuno ma aiuterà le persone ad elevarsi spiritualmente ed ora che è in difficoltà scegliere una sua esibizione fa bene anche all'artista che ha bisogno di tutto il calore della sua massive.

 

 

 

GUARDA qui

IL VIDEO MESSAGGIO DI LUCIANO su Fb

 

Giovedì, 17 Marzo 2016 19:04

'NTA STA VARCA - NUOVO VIDEO PER SHAKALAB

Scritto da

“’Nta sta varca”, ovvero “su questa barca”, è prodotto da Gheesa e DJ Delta e racconta il più che mai attuale dramma dei migranti. Il video illustrato dallo street artist URKA è infatti ambientato sopra a uno dei tanti barconi che solcano i mari del Mediterraneo traghettando uomini, donne e bambini in cerca di un futuro migliore. Le strofe dei cantanti inscenano un dialogo tra i personaggi di questa “catena del dolore e della schiavitù”: emergono così i punti di vista del migrante, dello scafista, del prete colluso che gestisce gli arrivi. L’idea alla base del brano è proprio quella di evidenziare come tutti questi personaggi si trovino “sulla stessa barca” sia materialmente che concettualmente.

URKA, è un illustratore e street artist attivo dal 2007, ha partecipato a contest, esposizioni e festival Nazionali ed Internazionali. Da 3 anni si interessata alla produzione video, in particolare all'animazione. In precedenza ha realizzato videoclip per Claver Gold, Don Diegoh & Ice One, Kahiro & Grabe.

Gli SHAKALAB sono il super collettivo del reggae siciliano formato dall'unione di quattro cantanti e un dj, da molto tempo attivi come solisti: Jahmento, Lorrè, DJ Delta, Br1 e Marcolizzo. Un progetto ricco di contaminazioni sonore che esplora tutte le sfumature del reggae fino ad arrivare all'hip hop, con centinaia di live in giro per l'Italia a supporto anche di artisti internazionali come Shaggy, Ky-Mani Marley, Barrington Levy e molti altri.

"Duepuntozero" è un disco che già dal titolo vuole evidenziare la crescita artistica della band, senza tradire il suo stile che fonde toni canzonatori ad un approccio più serio e “antisistemico”, il tutto condito da liriche in dialetto sulle strumentali prodotte da Gheesa, DJ Delta e Haz che toccano tutte le ramificazioni della black music combinando new roots, raggamuffin, hip hop, funk, dancehall e trap. Nei testi si affiancano tematiche più spensierate e party a liriche più complesse, profonde, cariche di significato e messaggio. Tra brani più irriverenti come "Killah DJ", tirata di orecchi nei confronti di tutti i finti dj senza alcuna competenza musicale e tecnica, e tracce più impegnate come ’Nta sta varca” (“su questa barca”) che tocca l'attualissimo tema dell'immigrazione e la canzone dai toni beffardi “Mafiusu”, gli SHAKALAB si confermano come una delle realtà di punta della black music italiana, con una produzione artistica di grande livello arricchita da arrangiamenti sperimentali, moderni e freschi.

Dopo il singolo Too Many Rivers, esce Passo al Passo, il primo video dei Seal'd In Vain
 
che anticipa l'uscita della loro primo lavoro discografico per la Redgoldgreen Label.
 
 
Dal calore della propria casa verso la fuga dalla propria terra.
 
Cosa lascia e cosa trattiene l'animo dell'esule in questo suo cammino?
Passo al Passo fissa alcune sensazioni dell'uomo che, seppur proiettato verso un qualsiasi luogo del mondo, si guarda costantemente alle spalle pur senza fermarsi mai.
 
Un incredibile viaggio tra la poesia di maestosi paesaggi naturali della nostra Italia e la musica dei Seal'd In Vain capace di unire in una dimensione originale il sound del roots-reggae ad una dimensione cantautoriale dall'animo soul.
 
Ad interpretare il ruolo del viaggiatore è Matteo Quinzi, attore romano classe '86 che tra le sue attività di maggior visibilità conta la presenza in diverse puntate della nota web serie The Pills ed il film Andarevia di Claudio Di Biagio, youtuber venuto alla ribalta con la serie Freaks.
 
 LINK VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=37WcCzeC4gA&feature=youtu.be
 
 
 Video & Audio Credits
 
Credits Video:
 
Video by Redgoldgreen Label & Alternative prod.
 
Regia: M.Montagna
 
Dop and video editing by Matteo Montagna
 
Scritto da: E.Menichetti & M.Montagna
 
Production Manager: Emiliano Menichetti 
 
Operatore Drone: Valerio Vinotti
 
Foto di scena: Tomas Stifo
 
Attori:
 
Matteo Quinzi
 
 
Credits Audio:
Testo e Musica di Giampietro "Jump" Pica: Chitarre, Voce
 
 
David "Shiny D" Assuntino: Tastiere, e cori
 
 
Pietro Sinatra: Batteria
 
 
Davide "The Nephew" Ambrogio: Basso
 
 
Riccardo "Bombadillo" Di Massimo: Percussioni
 
 
Registrato da Paolo Santambrogio @ 24 Gradi Studio, Roma
 
 
Mixato da Dario Casillo @ Bizzarri Studio, Modena
 
 
Masterizzato da Giuseppe Zaccaria @ LRS Mastering Studio, Roma
 
 
Label : Redgoldgreen Label
 
PROMOZIONE
Music in black
www.musicinblack.org
349.6205271
 

E' la canzone del momento, quella che si sente non solo per radio ma ovunque nelle macchine e negli impianti Hi fi di casa fino allo sfinimento.

Al Rebel Salute la consacrazione dell'artista grazie ad una performance eccezionale, vedrete le foto nel reportage che presto pubblicheremo sul Rebel Salute 2016.

Era la terza volta che partecipava al grande festival giamaicano ma a differenza delle altre due apparizioni, Nesbeth aveva una hit in classifica come My Dream che ha fatto la differenza secondo lui.

My Dream, rende omaggio all'attivista dei diritti civili, Martin Luther King, come suggerisce il nome della canzone, prende ispirazione dalla suo discorso nella scrittura.

Il messaggio è semplice: il mio sogno è di vivere il mio sogno; il mio obiettivo è quello di raggiungere il mio obiettivo.

Nesbeth spiega come la canzone è nata.

"Un giorno seduto da solo, cercavo qualcosa di diverso, mi chiedevo, come potevo farlo? Così ho iniziato a pensare di essere in tour, così quando vado in tour posso cantarla Così mi sono detto, che vivano il mio sogno. Il resto è storia, io e Merrick decidemmo di mettere nero su bianco. "

Ecco Il VIDEO della Hit numer uno attualmente in Giamaica uscito da pochi giorni.

NESBETH - MY DREAM - (Official Video)

 

Manager e artista è un rapporto di fiducia, nel video che vedrete c'è tutt'altro. Un accusa sui social media, di un irato Gully Bop che ha reciso i legami con il suo team di gestione Heavy D e Emcee Nuffy sta impazzando sul web.

Heavy D a breve tempo risponde con un comunicato stampa in cui sostieneche lui ha tagliato con Gully Bop perché è fuori controllo ed è impossibile lavorarci.

L'artista in questione è nato grazie ad un video virale sul web ed ha raggiunto la vetta con lo Sting nel 2014. Mai nessuno come lui è salito così velocemente in alto così questo è l'anno della conferma. Dimostrare di essere un vero artista grazie all'Heavy-D Promotions in tour.

Gully Bop nel mezzo della sua tourne negli USA registra il video ed accusa Heavy D e Emcee Nuffy di cattiva gestione. Sspiega che dopo aver girato l'Inghilterra e il Canada no ha ancora visto i profitti.

Un altro caso alla Whitney Houston che ha bisogno di riabilitazione per essere uscito totalmente di testa o realmente Gully Bop ha capito che nonostante i tours pochi soldi arrivano nelle sue tasche ?

 

 GULLY BOP ACCUSA HAVY D DI RUBARE – VIDEO

Domenica, 09 Agosto 2015 17:19

IL VIDEO - VYBZ KARTEL ALL'USCITA DELL'OSPEDALE

Scritto da

Chi ama Kartel avrà tirato un sospiro di sollievo dopo aver saputo che è stato solo un colpo di calore o un malore passeggero la causa per cui è stato portato in ospedale.

Dopo qualche giorno è apparso questo video. Non facile riuscire a vedere il World Boss che domina ancora la scena dancehall nonostante sia in carcere da oltre un anno. Ecco perché sta facendo il giro del web.

Qualcuno appostatosi nelle vicinanze ha ripreso Vybz Kartel all'uscita dell'ospedale ammanettato con scorta della polizia dirigersi verso il pulmino blindato pronto a riportarlo dietro le sbarre.

Molti i fans a supportarlo da vicino segno che è ancora amato non solo in Giamaica.

 

VYBZ KARTEL ALL'USCITA DELL'OSPEDALE -VIDEO

L’ultimo successo di Razor B dal titolo “Hot Up” ha innescato un’altra pazzia tutta giamaicana. Come sempre più spesso accade, sono le donne le protagoniste, che per catturare l’attenzione  e rubare la scena non hanno paura di farsi lo shampoo,  lavarsi i capelli mentre ballano o di portare con se una bombola piena di gas per un selfie. Ne abbiamo visto realmente  di tutti i colori ma quest’ultimo trend oltre ad essere realmente pericoloso è volgare e curioso allo stesso tempo. Darsi fuoco alle parti intime femminili è l’ultimo incredibile mania dancehall chiamata 'vagina-burning' come vedrete nel video.

Il singolo di  Razor B sessualmente esplicito rilasciato all'inizio di quest'anno non ha freni.

Il trend iniziato sui social media, in cui le si danno letteralmente  fuoco alle loro parti intime. Nel ballare usano un pezzo di carta che brucia per accarezzare la regione pubica.

Questa tendenza è ormai consolidata nella dancehall e secondo Razor B, è il modo in cui le donne di mostrare il loro apprezzamento per la canzone.

"Hot Up è la mia più grande canzone fino ad oggi,  mi sta dando un sacco di attenzione sulla scena dancehall al momento. Vederle accendere il fuoco in segno di apprezzamento della canzone, sono un po’ preoccupato, ma  ringrazio ancora per il sostegno, "Razor B, ha detto.

La mania ha contribuito a richiamare più attenzione sulla canzone con il video musicale di accompagnamento che ha ricevuto oltre 150.000 visualizzazioni su YouTube. Alcuni spettatori hanno anche espresso il loro disgusto per le immagini, ma l’artista non sembra infastidito dai commenti.

Molti online hanno espresso le loro preoccupazioni sul pericolo.

Ma questa non è la prima volta che accade , come nel corso degli anni la dancehall ha sviluppato una reputazione per passi di danza veramente stravaganti. Il genere ha prosperato creando titoli sul popolare show televisivi internazionali  come Tru TV o MTV.

Ricordiamo altri stili dance crasy come camminare come un cane 'Walk Like A Dog' promossa da Radijah, 'Dutty Whine' da Tony Matterhorn, 'Dutty Weave' di Macka Dimond e la bombola di gas 'Gas Pan Challenge', che non era esattamente una mossa di danza , ma altrettanto allarmante per il pubblico in generale.

FIRE ON VAGINA - NEW DANCE

Razor B - Hot Up (Official Video)

Lunedì, 27 Luglio 2015 17:45

JULIAN MARLEY- LEMME GO – VIDEO ANTHEM

Scritto da

La canzone è scritta prima dell'entrata in vigore della legge sulla depenalizzazione sulla ganja, ad uso personale e spirituale ma forse il video no.

Almeno questo lascia intendere nel momento del peso dell'enorme joint durante il fiilmato.

Da non perdere nella parte finale uno scatch conclusivo chiarisce il messaggio del giovane Marley.E' inequivocabile e come potrebbe essere altrimenti visto che oltre alla qualità Bob Marley c'è anche la sua JuJu Royal, tra le nuove marche.

 “Lemme Go” oltre ad essere una canzone piacevole ha anche un buon video che accompagna l'anthem sul riddim prodotto in casa dal fratello maggiore.

 Si chiama On The Corner riddim e sarà contenuta nel prossimo lavoro completo di Julian Marley, previsto per il primi mesi del nuovo anno.

 

JULIAN MARLEY- LEMME GO  – VIDEO  ANTHEM

DAL 20 LUGLIO ON LINE IL VIDEO UFFICIALE DI “DIMMI PERCHE’ ”
A più di un anno dall’uscita del precedente lavoro “Song of Freedom”, è in arrivo il videoclip ufficiale del nuovo brano del duo tosco-siciliano con base a Firenze.

Dimmi perché sorprenderà senz’altro i sostenitori del duo, che per questo nuovo lavoro hanno scelto di scrivere ed interpretare un testo interamente in italiano,per riuscire a coinvolgere la massive con dei versi che sono un inno alla ribellione rispetto alla condizione di umiliazione e sfruttamento in cui versano molti strati della società di oggi,con un occhio ad un futuro di speranza , perché come dicono appunto i nostri nella canzone “pure se non c'è aria porto avanti la rivolta, in questa arida terra crescon fiori non solo ossa”.

 Il riddim che fa da base alla tune è lo skylarking nella riedizione di Tkay,
 DJ e producer della nota crew fiorentina NUMA (New Underground Massive Alliance) che lo ha arricchito di bassi dalle tonalità calde e potenti ed è stato registrato al Boomker Studio di Firenze, il tutto sotto la supervisione di Ciro Princevibe , già produttore di artisti del calibro di Jaka,EBM, Francisca e molti altri grandi nomi della scena reggae/hip-hop italiana che ne ha anche curato il missaggio.

Il video è stato girato presso l’ospedale ormai abbandonato Banti a cura del duo Luca Hussain e Andrea Ruffi che avevano già realizzato il precedente lavoro dei due artisti fiorentini.

 

DIMMI PERCHE’ - JUNIOR FRANKIE & RONNIE MCADOO - ANTEPRIMA VIDEO-

Skylarking riddim edit by Tkay Numa Crew
recorded @ Boomker Sound Studio by Fede K9
mixed by Ciro Princevibe Pisanelli

video and photo by Luca Hosseini & Andrea Ruffi
video graphics by Daniele Cecconami

Pagina 2 di 4