Giovedì, 23 Luglio 2015 06:23

123° RASTAFARI HEARTHDAY -23 Luglio

Oggi 23 Luglio, celebriamo il 123esimo anniversario della nascita di Sua Maestà Imperiale Qadamawi Haile Selassie.

 “Isaia 9,1-6” Poiché un bambino è nato per noi, ci è stato dato un figlio. Sulle sue spalle è il segno della sovranità ed è chiamato: Consigliere ammirabile, Dio potente, Padre per sempre, Principe della pace; grande sarà il suo dominio e la pace non avrà fine sul trono di Davide e sul regno, che egli viene a consolidare e rafforzare con il diritto e la giustizia, ora e sempre; questo farà lo zelo del Signore degli eserciti

ቀዳማዊ ኃይለ ሥላሴ

 In questo giorno, celebriamo la nascita di Colui che tutti I’n’I riconosciamo come il compimento delle profezie bibliche, il Cristo Ritornato per giudicare, il Messia nella sua seconda venuta con nuovo nome, Sua Maestà Imperiale Qedamawi Haile Selassie.

Rivelazione di Giovanni (3-12): “Chi vince io lo porrò come colonna nel tempio del mio Dio, ed egli non ne uscirà mai più; scriverò su di lui il nome del mio Dio e il nome della città del mio Dio, e della nuova Gerusalemme che scende dal cielo da presso il mio Dio, e il mio Nuovo Nome.

” Il 23 Luglio 1892 (16 Hamle 1884 nel calendario Etiopico, giorno in cui inizia il segno zodiacale del Leone) a Ejersa Goro, nella regione di Harar, dal ventre Woyzero Yeshimebet Ali Abajifar sopra di Ras Makonnen Wolde Mikael, venne alla luce Lij Tafari Tafari Makkonen ( colui che incute timore e giudica ).

La Sua nascita segnò un momento importante in Etiopia, dopo un lungo periodo di siccità, tornò a piovere. Tafari Makkonen è diretto discendente della dinastia Salomonica, sia da parte di Madre che di Padre.

L’ infanzia di Lij Tafari fu incentrata sullo studio, non solo della cultura e della civiltà Etiope ma anche a quella occidentale, la grande e precoce intelligenza seguita da una eccellente carriera, portarono Tafari Makkonen a diventare “Dejazmach” all’ età di 13 anni con il governo della regione del Gara Mulata.

Dopo qualche anno di studio alla corte di Menelik II, visto le grandi capacità, a 16 anni iniziò a giudicare nelle corti con tutti i poteri di dignitario, e dopo 2 anni, all’ età di 18 anni ricevette il comando sull’ Harar, così diventando uno degli uomini più potenti d’ Etiopia.

Dopo qualche anno con l’ incoronazione dell’ Imperatrice Zewditu, Tafari ricevette il titolo di “RAS” ( Capo) fu dichiarato erede al trono e reggente plenipotenziario, a motivo della sua provata abilità e moralità. La gioventù di Lij Tafari possiamo scorgerla dalle parole del Rè stesso, che in alcune interviste interviste dichiarò: Fallaci: Vostra Maestà, vorrei che mi diceste qualcosa riguardo Voi.

Ditemi, siete mai stato un bambino disobbediente? Ma forse dovrei prima chiederVi, avete mai avuto tempo per essere giovane, Vostra Maestà?

 S.M.I: Non comprendiamo questa domanda. Che tipo di domanda è, è ovvio che siamo stati giovani. Non siamo nati vecchi! Siamo stati un bambino, un ragazzo, un fanciullo, un adulto, e finalmente un anziano. Come chiunque altro. Nostro Signore il Creatore Ci ha fatti come chiunque altro. - "Forse auspicate di conoscere che genere di giovane eravamo.

Bene: eravamo un giovane veramente serio, veramente diligente, veramente ubbidiente. Eravamo puniti a volte, e sapete perché ? Perché quello che ci facevano studiare non ci sembrava abbastanza e auspicavamo di studiare ulteriormente. Volevamo stare a scuola dopo che lezioni erano finite. Eravamo riluttanti a divertirCi, ad andare a cavalcare, a giocare. Non volevamo sprecare tempo in giochi.”

Haile Selassie I, Intervista di Oriana Fallaci "…le opere che il Padre mi ha dato da portare a compimento, queste stesse opere, che io faccio, mi rendono testimonianza che il Padre mi ha mandato" Giovanni  5, 36

Rendiamo grazie all’ Alttissimo per questo giorno, che sia di meditazione, preghiera e gioia per ognuno di voi.

Benedizioni a tutti i fratelli e le sorelle nel Santo Nome di Germawi Qadamawi Haile Selassie. Kibir la Amlak

 

Nyabinghi Chants: No Night in Zion / Time Will Tell / Rivers of Babylon

 



Pubblicato in Rasta
Martedì, 21 Luglio 2015 07:15

MATRIMONI GAY I RASTA RISPONDONO AD OBAMA

Il Movimento di RasTafari è stato e rimane non politico,  non religioso in senso convenzionale, panafricannista nella sua visione del mondo.

Eppure ci sono occasioni in cui, l'azione religiosa o sociale politica esige una risposta morale riflessivo da parte della comunità spirituale. Queste risposte sono generalmente affidate agli anziani della comunità.
L'annuncio del Presidente Obama del suo sostegno per matrimonio dello stesso sesso è stata l'occasione per un commento ufficiale da parte della Comunità;

Gli anziani, come Brahman sono da decenni  vere  e proprie  istituzioni all'interno della comunità di Ras Tafari, e anche se la maggior parte dei seguaci di Ras Tafari sono guidati dagli esempi di vita e dagli insegnamenti di imperatore Haile Selassie I, la prospettiva e la guida degli elder, come Brahman, anche se non rappresentativo di tutta la comunità, fornisce una bussola morale necessaria a tutti.

Intervista realizzata con l’anziano rasta Brahman

Ras W: il vostro punto di vista sulla recente annuncio del presidente Obama, il sostegno al matrimonio omosessuale.
BM: Il vostro cuore non sia turbato figliolo, questi eventi e azioni si attendevano da tempo  era previsto ben prima che Obama è entrato in carica; non si fermeranno i tempi e certamente non si fermeranno gli africani giusti di adempiere il loro destino. Basta lasciare che il grano e zizzania crescono insieme fino al suo tempo di raccolta.

Ras W: Non sono sicuro di aver capito la tua  posizione Brahman ...
BM: Resta  concentrato, e vigile (tira fuori una versione autorizzata della Bibbia di Re Giacomo) l’imperatore Haile Selassie è la gloria nella Bibbia? Beh InI anche gloria nella Bibbia, e fornisce una bussola morale che risolve il problema di chiede informazioni. In realtà fornisce indicazioni significative sulle cause e gli effetti delle questioni ormai a portata di mano. Per esempio, ecco cosa offre Paolo nel libro di Romani, capitolo 1: (ha letto dal versetto 17 a 32, ma, ha sottolineato i versetti da 21 a 28)

"Perché, nonostante conoscessero Dio non l'hanno glorificato come Dio, né l'hanno ringraziato; ma è diventato vaneggiato nei loro ragionamenti e il loro cuore insensato è stato oscurato. Mentre si dichiaravano sapienti, sono diventati stolti e hanno cambiato la gloria dell'incorruttibile Dio incorruttibile in immagine e la figura dell'uomo corruttibile, e agli uccelli, e bestia a quattro zampe, e di rettili. Perciò Dio li ha abbandonati all'impurità attraverso la lussuria del proprio corpo, da vituperare i loro corpi tra loro: hanno cambiato la verità di Dio in menzogna e hanno venerato e adorato la creatura al posto del Creatore, che è benedetto nei secoli . Amen."


Per questo Dio li ha abbandonati a passioni infami: poiché le loro donne hanno cambiato i rapporti naturali in quello che è contro la natura: E allo stesso modo anche il, gli uomini, lasciando il rapporto naturale con la donna, si sono accesi di passione gli uni per altro; uomini con uomini che lavorano ciò che è disdicevole e ricevendo in se stessi la ricompensa del proprio traviamento che era opportuno. E siccome non piace a mantenere Dio nella loro conoscenza, Dio li ha abbandonati ad una mente reproba, da far le cose che non sono convenienti.

Quindi, vedete, JAH già parla di queste cose, e in effetti, JAH permette ad  InI di vedere queste profezie adempiute così InI può trattenere l'ortodossia morale, incorporato in tutta l'umanità ed evitare le distruzioni di Sodoma..

Ras W: Ma che dell'argomento in materia di diritti civili e di parità di protezione ai sensi della legge?
BM: Questi tipi di argomenti professano una sorta di saggezza, ma ricordate la Bibbia dice 'la sapienza dell'uomo è stoltezza di Dio', così come dice Brah Anche Paolo, "Dicendosi sapiente, è diventato stolto".

Ras W: Quindi quali sono le ramificazioni della dichiarazione del Presidente sul matrimonio gay?
BM: In realtà, il pieno impatto non sarà conosciuto nel breve termine, ma in molti casi, la legislazione dei leade ha un r impatto sulle politicha che governa tutti noi. Se la politica è spiritualmente e moralmente corrotta, secondo le norme stabilite da tutti i principali movimenti spirituali compreso il cristianesimo, allora diventiamo tutti vittime della legge e la volontà, forse, partecipano le conseguenze di tale errore.

Ricorda, i diritti umani di base determina il diritto al cibo, alloggio, vestiario, istruzione, servizi sanitari, e lo spirito libero di adorare l'Onnipotente come rivelato a persone diverse. Essa non si estende ai diritti coniugali o delle scelte sessuali degli individui, da uomo a uomo, donna a donna, adulto a bambino, o un uomo a bestia. Forse è un segno di regressione morale della società, quando gli strumenti spirituali proposti in una guida morale vengono rifiutati per opportunità politica, e il pulpito della presidenza degli Stati Uniti è usato per influenzare la politica sugli atti che sono visti da forse una maggioranza di persone nel nazione e in tutto il mondo come immorale.

Di seguito invece un intervista video a Racy Matthews presidente del Marcus Garvey un partito politico popolare. Racy si scaglia contro il pensiero ed il matrimonio omosessuale, definendolo l'estinzione dell'umanità sul pianeta terra dopo 300 anni. Anche il taglio dei capelli dei  neri mostra debolezza come Sansone la  forza è nei dreadlocks !!!!!

 

Pubblicato in Rasta

Ci siamo imbattuti in documento unico pubblicato qualche anno ma dagli effetti ancora reali, è disponibile in rete sul sito delle fonte il Caribbean Today. Descrive il tentativo da parte di Sizzla di imporre unilateralmente se stesso come Presidente di tutti i Rasta in Giamaica.

Fin'ora non c'è mai stato un unico presidente in rappresentanza di tutte le casate. L'artista mira a quella carica come leggerete anche con metodi poco ortodossi.

Il documento racconta che negli ultimi anni l'artista ha tentato di sfruttare il controllo del Nyahbinghi Ancient Council utilizzando denaro, influenza e teppismo. Alla fine erano dalla sua parte sei dei 24 anziani influenzati dal suo gioco di potere quello di diventare il primo 'Presidente Rasta'.

Sizzla sostiene di essere stato eletto 'Presidente', ma alle elezione non c'erano altri candidati. Inoltre, Collins, non ha avuto l'approvazione ufficiale delle tre principali case del movimento, il Nyahbinghi Theocracy Reign Order, i Boboshanti e le 12 Tribes of Israel.

La cosa inquietante e che Sizzla nel discorso presidenziale d'inaugurazione, una sceneggiatura preparata, recitava la seguente frase :

"Ci stiamo organizzandoci come il vero governo indigeno Ras Tafari, con un presidente eletto per le persone di colore nella diaspora".

Collins sta cercando di diventare il rappresentante legale/costituzionale del popolo "indigeno".

Se è innegabile che vi è un vuoto nel movimento Rastafari. Quel vuoto poteva esser riempito da Kalonji.

Il movimento Rastafari non ha mai avuto un presidente, quindi per un artista senza qualifiche se non fama e fortuna discografica, essere unilateralmente proiettato ad essere capo di tutto il movimento utilizzando mezzi subdoli è assolutamente ridicolo.

Rastafari e Reggae sono due entità separate, anche se molte persone credono erroneamente che siano la stessa cosa. Ancora più importante, i soldi, la fama e la popolarità non qualificano nessuno alla leadership del movimento Rastafari.

Bob Marley non ha mai tentato il controllato del movimento Rastafari e Peter Tosh nemmeno.

I grandi artisti hanno lasciato a quelli più qualificati di loro a coprire cariche del movimento.

Il dilemma attuale di fronte a Rastafari è come trattare con questo deciso tentativo di prendere il controllo arbitrario del movimento.

Non illudetevi che Collins è determinato a ottenere il controllo e non finirà qui.

Nel corso degli ultimi due mesi, la sorella Mitzie Williams, presidente del Theocracy Order’s Administrative Council in Jamaica, ha ricevuto telefonate minatorie esortandola a sostenere il nuovo 'Presidente Rasta'.

Non è mai accaduto prima nella storia del movimento.

Quindi, se si ama davvero la Cultura Rastafari, non saltiamo ciecamente sul carro di Sizzla. Il suo ordine del giorno e la metodologia non possono migliorare il movimento.

Come disse Bob Marley: "... Io non voglio che il mio popolo venga ingannato da mercenari!"

Uno dei momenti più eclatanti e solo ora aver letto quest'articolo capiamo, quando al Rebel Salute Sizzla sia stato così vicino al potere portando tutti gli anziani sul palco con lui nella serata di chiusura del festival

Questa volta a documentarlo ci sono i nostri video.  Quelli di Marco Polo della Family di Reggae Revolution a testimonianza  nel 2013 mentre nel 2015 Sizzla si esibirà di nuovo ma questa volta senza gli Elders on stage.

 

 

 

 

 

fonte : Rastafari reject Sizzla as their ‘president’

Written by Meesha Robinson http://www.caribbeantoday.com

 

Pubblicato in Rasta

In Jamaica, meno nel resto del mondo, il sesso orale è un tabou. I Rasta sull’isola in primis sostengono che per proferire parole che provengono dall’Altissimo la propria bocca debba essere più pulita possibile. Negli anni questo modo di pensare si è ormai radicato. Ma non esistono solo i Rasta giamaicani ma molti di più ne sono nel mondo intero e tanti si avvicinano sempre più a questo stile di vita.

Ras Myrhdak dice che gli stranieri sono liberi di convertirsi a Rastafari anche se hanno fatto sesso orale.
Secondo l'artista, che stava difendendo la decisione di Snoop Dogg di aderire al movimento Rastafari, sostiene che  i rasta dovrebbero promuovere l'amore senza discriminazioni.

Ras Myrhdak ha  espresso la sua opinione al pubblico tramite YouTube.

"Nessun uomo può mancare  di rispetto a Snoop Lion, tutti debbono sapere che Rastafari è amore e l'amore non ha limiti né barriere né volto. Snoop Dog è cresciuto in un sistema diverso come persone del calibro di Martin Luther King e Farrakhan ", ha detto.

"Ma Martin Luther King e Farrakhan non sono cresciuti come Rasta. Nessuno ha detto loro che è sbagliato, in modo da vederlo come giusto perché sono cresciuti in quel Livity . "

L'artista ha sottolineato che credere in Jah non è una religione e non deve essere trattata come tale.

"Quindi, se gli stranieri vedono la luce di RastafarI, non possiamo dichiarare loro guerra. La religione è la confusione dei popoli e Rastafari non è una religione. L'amore di Rastafari non è lotta, né bun, né violenza contro nessun uomo né nessuna razza ... Rastafari è amore ", ha detto.

«Se sta parlando di amore e parlare positivo, noi lo sosteniamo. Abbiamo artisti come Papa San e Stitchie che sono cristiani. Chi siamo noi per rifiutare Snoop Dogg quando l'onnipotente non ci ha rifiutano?

Ras Myrhdak sta promuovendo un nuovo singolo chiamato “Inna Di Business” e  Big Dread, che è un diss a Fantan Mojah.

 

 

Pubblicato in Rasta

Raccontare il modus vivendi e il cammino annunciato da Marcus Garvey non è semplice e spesso inaccessibile.

Vi presentiamo dunque un ottimo approfondimento. Un documentario lungo un' ora circa sullo stile di vita sempre più seguito nei 4 angoli della terra e promosso nella musica reggae.

Sempre di più, ci addentriamo nella Livity ( crescita spirituale ) Rasta. Il nuovo portale si pone come obbiettivo dare quanto più informazioni possibili per capire meglio ed avere una visione d'insieme.

Ecco che la tradizione orale, grazie alle nuove tecnologie diventa oggi condivisibile a tutti coloro che hanno intenzione di ascoltare e meditare. Basta conoscere l'inglese per addentrarsi in questo mondo fatto non solo di Amore, Rispetto e Unità. Scoprirete molto di più seguendo il bellissimo documentario.

 

 

Documentary  Untold Stories – The Livity of RasTafari

 


Pubblicato in Rasta

La spiritualità Rastafari è nata in Giamaica ma dove precisamente c'è stato il primo focolaio e la prima congregazione di uomini che accettavano una nuova fede ?

Dov'è può essere individuato il primo posto sull'isola ? Qualcuno deve esserselo posto come domanda.

Se è molto chiaro che non è una religione ma una livity, un percorso spirituale che serve per elevarsi. Se la profezia di un Re nero rivelatasi in Haile Selassie, leone di Giuda, fu annunciato da Marcus Garvey, si avverò sull'isola del reggae, allora quale dove si è innescata e cresciuta la prima family?

 

A tutti questi punti interrogativi e domande sembra rispondere questo video che è molto chiaro...

Secondo Bunny Wailer la prima fiamma sembra essere innescata a Trech.

In quegli anni magici, secondo l'ultimo dei tre The Wailer ancora in vita tutto passava per la Yard dove è cresciuto.

Trech Town dunque rappresenterebbe oltre che la Yard identificata dove nacque è crebbe il reggae anche uno dei primi posti se non forse il primo in assoluto dove nacque la prima comunità.

Allora solo Pinnacle fu un altro focolaio ma non così duratura come Tench Town.

Inoltre nella magica Yard divenne un punto di incontro dove oltre alla fede Rastafari, nacquero i primi canti, si incontravano i primi musicisti ispirati che diedero il via poi al Reggae.

La nascita della musica in levare, nata dai Rasta per diffondere il messaggio a chiunque .

Tutto partì dunque da Tench Town?

 

 

Pubblicato in Rasta
Sabato, 23 Agosto 2014 10:03

NASCE UNA TV TUTTA DEDICATA A RASTAFARI

Non a caso è stato fissato per oggi in questa ricorrenza il lancio di una Tv molto speciale. Per la prima volta un intero network dedicato a Rastafari sarà lanciato proprio oggi in occasione del compleanno di Haile Selassie. Finalmente 24 ore al giorno per sette giorni a settimana potremo vedere con in nostri occhi video, documentari e tanti altri approfondimenti utili. Visto il fuso orario siamo fortunati ed ancora in tempo per vedere l’inaugurazione che partirà tra qualche ora. Non abbiamo notizie se non quelle riportate nel filmato e nei promo che pubblichiamo, non sappiamo dunque i contenuti forse perché volutamente secretati per poi illuminarci successivamente su quella che sono le opere, gli insegnamenti e la fede che ci ha trasmesso Haile Selassie, Con l’inaugurazione di questa TV network si abbatte anche un'altra barriera, questa volta la tecnologia viene a nostro favore ed in nostro aiuto. Un ultima cosa, siamo riusciti a recuperare gli obiettivi proposti dalla nuova Rastafari TV La Missione di RasTafari.TV: La nostra missione è: incidere Unità, Solidarietà, Libertà e autodeterminazione, garantendo nel contempo la giustizia e il mantenimento della integrità dell'Etiopia La nostra visione è un luogo solare che gioca un ruolo fondamentale nel ri-educare i giovani e gli anziani allo stesso modo del nostro ricco patrimonio, tradizioni e gli elevati standard morali attraverso soluzioni basate su Internet.

Pubblicato in Rasta