Le foto di tutto quello che è avvenuto in due nottate di musica e cultura targato Giamaica al Rebel Salute. Le più caratteristiche perché è la massive l'obiettivo principale e come contorno tutto ciò che accade nel backstage.

Con noi anche parte della crew del Rototom Sunsplash con cui abbiamo condiviso alcuni scatti.

Grazie a Libby il nostro secondo fotografo accreditato, potrete vedere da una visuale inedita cosa accade in un festival di rilevanza internazionale.

Buona visione in attesa del Herb Curb l'ultimo reportage esclusivo di Reggae Revolution dedicato al Rebel Salute

 

VEDI QUI LE FOTO DEL BACKSTAGE DEL REBEL SALUTE 2016

 

foto By Libby Little Italy

 

 

Pubblicato in Reportages

Vedrete le foto della serata più interessante del Rebel Salute 2016. Siamo nella seconda giornata e nel pomeriggio è stata aperta finalmente la Herb Curb la yard dedicata alla ganja dove Tony Rebel è riuscito ad avere l'autorizzazione a promuoverla.

Inoltre vi mostremo la spiaggia ricavata per la prima volta quest'anno. Successivamente pubblicheremo le foto del Backstage e della Herb Curb.

 

Recensione

La stanchezza si sente, dopo aver fatto le 10 della mattina, ma tutti pronti a vivere la seconda giornata quella più interessante. Subito scopriamo che non saranno tanti quanto la sera prima gli artisti che dovranno esibirsi dunque le session di conseguenza più lunghe.

E' Ken Boothe il primo a riscaldare l'umida nottata, segue il figlio di Peter Tosh e Pablo Moses.

Gli The Abyssinians spaccano alla seconda con Sattamassagana, la voce storica è una forza della natura si muove e canta come se avesse vent'anni. E' chiaro che contribuisce l'energia del Rebel ma Bernard Collins si ferma è racconta che sono stati i primi ad introdurre nei testi l'amarico lingua dell'etiopia. La storia del rasta reggae è sul palco brividi ad ogni canzone che segue.

Inaspettata a questo punto l'esibizione di I-Octane che fa saltare la gente dalle sedie nella zona vip. I-Octane lo scorso anno ha chiuso il Sumfest ed è una sua esibizione è all'ltezza dei grandi. E' cresciuto molto fino ad essere una giovane star di primo piano.

Si sente la musica di Medical Marjuna card è lui Makka B che dalla prima tune, una herbalist hit, proprio nella prima volta del Rebel Salute apre la Herb Curb, ciò dimostra con che spirito abbia lavorato Tony Rebel nell'organizzazione del festival.

Sempre grande Maka ed ottima risposta della massive che rivede un suo beniamino che vive in UK.

E' la volta della reginetta del Rebel Salute, ma dov'è ?

Si sente la sua voce ….il palco è vuoto. Chi alza la testa per primo grida, eccola in aria sollevata da una gru cantare tranquillamente. Dolcemente si posa sullo stage per continuare l'esibizione. Vi consigliamo il video girato dal nostro Marco Polo

Poi giunge Beres Hammond ed è il momento clou della serata. Lui è sempre presente nel backstage. In tutti e due i giorni si mette nel retro dello stage e si siede con un gruppo di amici ad ascoltare il festival.

Questo suo amore per il Rebel lo si avverte immediatamente quando inizia lo show. Alla terza canzone già cantavano tutti, Beres aveva come coro l'intero Rebel Salute, qualcosa di incredibile.

Ogni song cantata praticamente assieme al pubblico, incredibile.

Con Sabrina del Rototom presente nello stage siamo rimasti incantati da Dada Beres per il suo atteggiamento fantastico. Poi l'entrata di Marcia Griffith il momento magico.

Sicuri che non ci saremo annoiati esce Mavado nel passaggio dal buio alla luce. Non si esibisce in Jamaica da 2 anni, da quando è andato a vivere negli States.

Un altro colpo di Tony Rebel che lo fa venire come Mike Brooks cosciente di non poter cantare bad tune. Questa è un'altra cosa speciale che avviene solo qui. Gli artisti dancehall non hanno lo stage name ma quello vero in rispetto al festival rasta. Non si vende alcol e non si mangia carne un esempio da seguire.

 

Ora la grande chiusura ma nessuno aveva fatto i conti con Hal Pint. Dopo lo show di Movado nessuno credeva si potesse fare di più ed invece benvenuti al Rebel Salute alzatevi da sedie e ballate e cantate alle 8 della mattina perche la musica fa la differenza.

Hal Pint non lo si vedeva da tempo ma nessuno immaginava che fosse così in forma da travolgere e far dimenticare lo show precedente.

Ha avuto problemi ma sono dietro le spalle, ad ogni canzone viene bloccato dalla voce delle trombette e deve fare un pull up.

Non ce ne vogliamo andare nonostante siano 12 ore e più di show vogliamo vedere la fine e speriamo in un extra time.

Half Pints ci ha lasciato esterefatti e pieni di energia tutti i superstiti di una due giorni e la chiusura resta a Turbulence in forma ma il tempo è finito non ha modo di riscaldarsi, poche canzoni e festival chiude. Peccato ….

 

 

VEDI TUTTA LA GALLERY del REBEL SALUTE 2016 JAMAICA – SABATO

 

Presto la Gellery dell'Herb Curb e del Backstage

foto by Marco Polo- likkle-but-tallawah.com - RR.it Crew

Pubblicato in Reportages
Domenica, 07 Febbraio 2016 12:56

REBEL SALUTE Part 1 2016 - Esclusiva JAMAICA

Ne è valsa la pena attendere qualche settimana in più, prima la pubblicazione del reportage sul Ninja birthday bash, con la sorpresa delle nostre foto utilizate e stampate in un paginone intero sul The Star, quotidiano locale in Giamaica.

Una piccola soddisfazione che da grande energia al nostro lavoro e che conferma che Reggae Revolution è leader nei reportage dei concerti più importanti al mondo.

Ma non è finita affatto, in arrivo Rebel Salute part 1 con gli scatti degli artisti sul palco di Venerdì, poi seguira una nuova gallery con quelli del Sabato ed infine non poteva mancare il backstage che è il nostro modo segno distintivo e lo speciale sul Herb Curb, la yard dove si vendeva Ganja.

In attesa della seconda parte ecco a voi l'attesissimo reportage fotografico del Rebel Salute 2016, l'unico concerto che vanta il titolo di preservare la musica reggae e dove al suo interno non si vende ne alcol ne carne come la filosofia rasta recita.

 

Guarda la Gallery di RR.it, con le migliori foto del reportage di Reggae Revolution in Giamaica al Rebel Salute 2016

 

REBEL SALUTE 2016 JAMAICA – VENERDÌ-  Part 1- Link

 

Foto realizzate da Marco Polo- likkle-but-tallawah.com  - RR.r Crew

- In Arrivo .....

Rebel Salute 2016 - Part 2

Rebel Salute 2016 - Backstage

 

 

 

Pubblicato in Reportages

Il Festival che preserva la musica reggae non ha deluso, gli artisti di un tempo in questa edizione si ricorderanno di più rispetto delle nuove leve e dei meno giovani. Nella matarona musicale lunga due giorni abbiamo visto tanti i piccoli miglioramenti dell'organizzazione,  immancabili piccole imperfezioni che non hanno giovato nella prima giornata chiusa tardissimo.


Un ondata di emozioni, questo è quello che ogni spettatore si porta a casa dopo una full immersion di cultura e musica qui al Rebel Salute.

Oltre gli show quest'anno anche una grande novità - la prima Ganja Yard dove si poteva comprare erba, rimedi naturali e discutere su gli usi terapeutici in un simposio organizzato nel pomeriggio nella seconda giornata del festival.
Questa edizione si ricorderà più per essere stata la prima Ganja free grazie ad  il permesso speciale richiesto al governo dopo il cambiamento della legge .


Non tutto rose e fiori c'è anche da dire che Venerdì  non c'è stata una perfetta gestione con inevitabili tagli alle esibizioni.  Il festival non si era mai chiuso così tardi, erano le 10 circa  ed il sole era già alto al Grizzly’s Plantation Cove.


Nella seconda giornata 90 minuti di Beres Hammond  fanno letteralmente fatto impazzire la massive, tutti cantavano tutte le sue canzoni fino al punto clou con Beres invita a salire sul palco Marcia Griffith in un duetto indimenticabile
Ma non è finita, alle 6 del mattino inaspettatamente un esibizione  ci ha particolarmente colpiti,  il ritorno di Hal Pint  che straccia letteralmente la session energica appena conclusa di Movado.

Le novità del Rebel Salute 2016

  • La Ganja Yard un'area dedicata a pochi passi dal mare.
  • La spiaggia, che è stata realizzate scavando nella roccia .
  • Le bandierine con il motto di Sostenere l'Erba sono il testimonial della Ganja, numerosissime a questa edizione.
  • Area vendor separate  nuove strutture in legno con la frutta e dal lato opposto invece i classici gazebo con il cibo.
  • L'ottima organizzazione l'accesso media è stato molto gradito come lo spostamento del tendone media lontano dai rumori del palco che ci ha pemesso di lavorare meglio.
  • Barriere tra i media ed area vip realizzate non più in acciaio ma in legno soprattutto molto più basse rispetto agli anni precedenti


Gli Artisti che si sono distinti
Nesbeth con la sua My Dream ha letteralmente spaccato l'unico ricordo vivo nella prima serata. Sabato invece si distinguono i Congos, Sanchez. Abyssinians, I Octane, Beres Hammond, Maka B e Half Pint.



Le chiusure degli show
Sia la notte di Venerdì con Jah Mason e Loius Culture nonchè il taglio dell'esibizione il giorno dopo di Turbulence  non sono state all'altezza di una chiusura di un Rebel.
Forse Tony  quest'anno ha puntato sui giovani ma è mancata l'energia nelle ultime ore necessaria per gli spettatori e per la grande chiusura

La rinascita dei Grandi
Everton Blender, Half Pint Congos, Abyssinians, le migliori sessions roots ascoltate e gradite dalla massive che hanno sorpreso per gradimento ottenuto.



L'esibizione di Movado qui in veste di Micke Brooks è  molto attesa visto che da oltre due anni non vive più sull'isola. Ma non è stata degna di nota mentre avrebbe dovuto esserlo per il lungo tempo che è mancato nella scena giamaicana.



Accreditati dal oltre 16 anni al Festival metteremo presto on line per voi una Gallery divisa per entrambe le giornate.

Torna a visitarci presto per il Reportage Fotografico ed i Video di Marco Polo di likllebuttallawah

Pubblicato in Recensioni
Mercoledì, 25 Novembre 2015 17:16

REBEL SALUTE 2016 IN ARRIVO IL LINE UP

Ancora una volta in Giamaica a seguire il Rebel Salute 2016. Dal 2000 oltre 15 anni sempre presenti vi raccontiamo ogni anno le due giornate del festival. Riteniamo sia il migliore in assoluto e quello che rappresenta maggiormente i valori della musica reggae.

Basta pensare che all'interno No alcol No carne sono il motto e naturalmente solo artisti conscious.

Condividerne i valori, vuol dire creare un nuovo stile di vita,  per questo è il festiva è un esempio positivo sull'isola dove la dancehall domina.

Presto con altri articoli a seguire, il line up, intanto resta confermato il live streaming, la nuova location nei pressi di Ochio Rios e la data di ven 15 e Sabato 16 gennaio. Questa volta ricade proprio nel giorno del compleanno di Tony Rebel.

Il sito non è ancora aggiornato e siamo tutti in attesa dell'uscita del nuovo Line Up

Vedi il nostro Reportage del 2015

VENERDI - http://www.reggaerevolution.it/component/igallery/photogallery/rebel-salute-2015-saturday-jam.html?Itemid=219#!DSC_0028_Kopie

SABATO - http://www.reggaerevolution.it/component/igallery/photogallery/rebel-salute-2015-friday.html?Itemid=219#!DSC_9207_Kopie

 

Contatti

http://www.rebelsalutejamaica.com/

https://www.facebook.com/rebelsalutejamaica/

Pubblicato in News