A rinforzare l'effetto Rototom Sunsplah ed il suo ottimo risultato di questa edizione appena conclusa, arriva il “Reload” della storia della Crew, un esempio per tutti noi amanti del Reggae su come superare le difficoltà restando uniti. Una storia dura e difficile che tocca i successi ma anche la persecuzione delle autorità ed i momenti meno felici, di indecisione.

L'ex Festival italiano, cresciuto nelle montagne pure di Osoppo esodato a Benicassim ha qui trovato la sua dimensione perfetta, per esplodere e diventare il primo festival europeo.

Questo perché ha sempre avuto una marcia in più dei corrispettivi, quest'anno il focus è stato l'Africa,  con i suoi artisti principali a solcare il main stage, nessuno fa come il Rototom.

Cultura e messaggi sono al centro più che mai dei 10 giorni, non solo musica e campeggio. Si parla e sono presenti temi e discussioni affrontati spesso con i pionieri del genere.

Nemmeno in Giamaica accade tutto ciò. A Benicassim si !

... ed ora che il Festiva per il suo carattere mai remissivo lanci temi sempre più forti ed attuali.

Intanto vi invitiamo  a visionare questo splendido documentario sulla storia del Rototom.

 

 

More Than Twenty Reloaded (ITALIANO) - Rototom Sunsplash

 

Link Ufficiale Italiano

https://rototomsunsplash.com/video/more-than-twenty-reloaded-italiano/

Diretto da: Tommaso D'Elia, Silvia Bonanni
Montaggio ed elaborazione grafica: Simone Pallicca (AMC)
Edizione: Filippo Giunta
Produzione esecutiva: Claudio Giust
Prodotto da: Filippo Giunta per Rototom Sunsplash

 

 

 

Pubblicato in Libri - Film

Il Rototom Sunsplash è coerente ed è sempre cresciuto lanciando messaggi positivi per la sua massive e per chi lo guarda anche da lontano. Il raduno Reggae più imponente, dedica e celebra l'Africa attraverso una line up spettacolare, disegnata per accogliere, più artisti provenienti dalla Madre di tutte le Terre. Non è solo un un festival dove si va a divertirsi e basta.

Sono in totale 8 i giorni ufficiali, in una full immersion ed un esperienza unica, in una vetrina temporanea che mostra tutto il volume del fenomeno Reggae e Dancehall al mondo.

Non si contano più le nazionalità che si ritrovano a Benicassim dal 12 al 19 , assolutamente da vivere. Insieme a tantissime attività culturali e di approfondimento che meritano sempre più attenzione.

Tra l'immensa massive si agirano tanti operatori e promoters alla ricerca di collaborazioni o sound system alla caccia del dubplate, I media alle prese con le interviste e la radio con gli ospiti ... Può accadere tutto ma bisogna essere li presenti.

 

Spesso si realizza un legame non scritto e voluto quello di ritrovarsi al Rototom, diventa una consuetudine comune.

 

NELLE ORE SERALI LIVE STREAMING QUI

https://rototomsunsplash.com/

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato in News
Martedì, 05 Gennaio 2016 02:27

IL ROTOTOM AL LAVORO IN GIAMAICA

Il festival dal cuore italiano e l'appeal internazionale è al lavoro e deve mantenersi sempre aggiornato per offrire uno stage di qualità. Deve conoscere e proporre le novità che stanno spaccando sull'isola per offrirle al pubblico mondiale di Benicassim.

Si sa che da qui tutto parte dall'isola del reggae, una fonte di approvvigionamento necessaria per un festival internazionale. Così alcuni degli organizzazione sono arrivati sull'isola già da qualche settimana.

Dopo lo Sting , terminato tristemente, una breve pausa a Negril per poi proseguire verso Port Antonio e Kingston.

Alla ricerca di nuove leve, da fonti certe, sono interessati ad un nuovo emergente in particolare che a tenuto banco con un paio di tune per diversi mesi qui nelle radio locali.

L'artista in questione con la sua “Realy Life” ha conquistato tutti.

Mentre si esibito tranquillamente all'Exstravaganza è invece saltato allo Sting dove in molti sono rimasti mali nel non vederlo.

Vershon, questo è il nome del giovanissimo che ha già bissato con un'altra canzone e sembra destinato a lasciare un impronta solida.

Vi proponiamo alcune sue hit

 

 

#NewsGiamaicaRR

Pubblicato in News
Mercoledì, 13 Maggio 2015 19:17

ROTOTOM ASSOLTO IL FESTIVAL ED IL PRESIDENTE

Arriva un assoluzione attesa ma spesso non dovuta anche tra le carte bollate. Chissà se qualcuno ne pagherà la spese, di questa grande bolla di sapone. Fortunatamente il festival made in Italy ha trovato fortuna a due passi.

Siamo Noi che pagheremo ancora una volta le conseguenza, naturalmente Osoppo per aver perso una fonte d'entrata consistente. Dobbiamo prendere l'aereo perché abbiamo perso il raduno nazionale e culturale.

Per colpa di accuse infondate non solo la massive ma anche il reggae italiano è stato duramente intaccato.

Riportiamo l'articolo del Messaggero Veneto

UDINE. L’organizzatore del Rototom Sunsplash al parco del Rivellino di Osoppo, evento poi “emigrato” in Spagna, Filippo Giunta è stato assolto dal giudice Matteo Carlisi, dall’accusa di d’aver agevolato il consumo di sostanze stupefacenti al festival reggae. In precedenza la stessa procura aveva chiesto l’assoluzione.

La decisione è stata presa dopo una camera di consiglio di soli 5 minuti.

Il reato del quale Giunta era accusato è riconducibile alla violazione dell’articolo 79 del Dpr 309/90, contenente il testo unico della legge in materia di disciplina degli stupefacenti e delle sostanze psicotrope. «Chiunque adibisce o consente che sia adibito un locale pubblico o un circolo privato di qualsiasi specie a luogo di convegno di persone che ivi si danno all’uso di sostanze stupefacenti o psicotrope è punito, per questo solo fatto – recita l’articolo – con la reclusione»: pena che può arrivare fino a 10 anni (e con multa fino a 26 mila euro) in base alle sostanze di cui si sia consentito l’uso.

In seguito all’inchiesta sul presunto uso di stupefacenti al Rototom Sunsplash, il festival ha lasciato il Friuli e si è trasferito in Spagna.


Fonte : Messaggero Veneto

http://messaggeroveneto.gelocal.it/udine/cronaca/2015/05/13/news/droga-al-rototom-sunsplash-assolto-l-organizzatore-filippo-giunta-1.11412226

Pubblicato in News
Mercoledì, 14 Gennaio 2015 08:31

RIABILITARE IL ROTOTOM SUNSPLASH !

E' ora che la voce di tutti i sostenitori del festival si faccia sentire mentre ci sono novità positive giudiziarie come prospetta l'articolo del Messaggero Veneto che alleghiamo. Non basta vincere bisogna riabilitare un tempio della cultura e della musica che è stato il Rototom in Italia. Non è solo dunque una causa non ancora conclusa. La questione è ormai di verità e d'onore. Tutti gli appassionati e frequentatori del festival che in oltre 15 anni sono passate nel Parco del Rivellino, in un breve calcolo milioni di persone, possono testimoniare che luogo fantastico, speciale, unico era nel nostro paese il Rototom Sunsplash.

Non sono bastati i mille dibattiti, i personaggi famosi, gli incontri con gli artisti, i progetti proposti per la pace, le migliorie al parco. Senza considerare l'indotto del festival, che portava soldoni freschi piovuti quasi dal cielo in alta montagna in Friuli.
No, tutto questo non è bastato !

Dunque è andato via in Spagna, è lo abbiamo perso. Un orgoglio nazionale ed invidiato da tutto il mondo Giamaica compresa messo alle strette, che ha maturato poi l'esodo in Spagna.

Invitiamo a leggere attentamente l'articolo alla luce delle ultime novità ed invitiamo a condividere come noi l'articolo per la riabilitazione doverosa per quello che ha fatto concretamente il Rototom.

Articolo del Messaggero Veneto edizione Udine -

La sfida del Rototom: vinceremo il processo -Oggi testimonia l’ex sottosegretario alla Giustizia Franco Corleone: «Riabiliteremo il festival che dava lustro al Friuli» di Piero Tallandini

http://messaggeroveneto.gelocal.it/udine/cronaca/2015/01/13/news/la-sfida-del-rototom-vinceremo-il-processo-1.10659638


 

 

Pubblicato in News