RasAle

RasAle

Tempo addietro la musica in Giamaica iniziava verso le prime ore del mattino e non finiva se non quando tutti erano cotti dal sole. Forse un eccesso non avere limiti ma rispetto ad oggi c’è un baratro infinito. Ora sei fortunato se ne riesci a vedere una dance fino alla fine

Il Reggae è patrimonio del UNESCO eppure c’è un paradosso ed accade proprio sull’isola dove questa musica è nata. Ne siamo anche noi testimoni, in Giamaica gli eventi vengono chiusi in continuazione e senza spiegazioni. Arriva la polizia e tutti a casa.

SKATTA BURRELL E KONSHENS INVOCANO L’UNITÀ !

“L'ottanta per cento degli eventi che si svolgono sono stati chiusi e quelli che rimangono sopravvivono a malapena. Dobbiamo organizzarci se vogliamo risolvere questo problema.

In quanto attori di questo settore, tutti ne abbiamo beneficio in qualche modo ed è nostro dovere fare ciò che dobbiamo per proteggere questa parte essenziale del nostro business ".

Il produttore musicale della Downsound music,  Skatta Burrell chiede a tutti di unirsi per proteggere il futuro degli eventi musicali sull'isola.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso è pubblicata oggi dal quotidiano The Star. i membri delle forze di polizia stavano “staccando la spina”,  l'ultimo ad essere tagliato è  l’evento Footloose, tenutosi al Mas Camp di Kingston nel fine settimana.

Questi metodi da parte della polizia non riducono il crimine né avvantaggiano un paese che è stato costruito come la Mecca per il meglio dell'intrattenimento che ha dato alla luce così tanti generi musicali, ha influenzato così tante culture e prodotto così tante figure iconiche in tutto il mondo. Ora la nostra cultura sta morendo, una volta sparita, possiamo essere sicuri che sarà quando si accumuleranno più corpi ", ha detto Skatta.

Secondo il dirigente di Downsound, che sta implorando "animatori, produttori, manager, promotori, pubblicisti, agenti di prenotazione, venditori, società di liquori, blogger, case dei media e dipartimenti" governativi "per mettere in atto infrastrutture e regolamenti chiari che garantiscano la protezione della  musica e cultura ".

È stato supportato subito dall'artista di Dancehall Konshens, che ha affermato che gli eventi di Dancehall erano sotto attacco

La lotta contro le dancehall ed eventi è irreale in Giamaica e i metodi non hanno alcun effetto positivo sul crimine. In realtà, avvantaggia il CRIMINE !!

Ma soprattutto, aggiungiamo noi  scoraggiano i turisti che restano esterefatti.

Ci uniamo anche noi a quest' appello che vale anche per tutti i media.

 

L'autorità portuale dell’isola caraibica ha fatto un passo importante per lo sviluppo di un terminal portuale per crociere in Port Royal.

E’ arrivato il molo galleggiante articolato, che vedrete nel video sotto riportato, già noto come SeaWalk,

E’ "una pietra miliare significativa" nei piani del PAJ per completare lo sviluppo di un terminal portuale da crociera a Port Royal entro gennaio 2020 .

SeaWalk è un molo galleggiante articolato, motorizzato e controllato elettronicamente, si apre e si distende per andare incontro alle navi ancorate al largo della costa ed a comando elettronico torna in posizione di partenza.

Port Royal, la città dei pirati, è un ambiente ecologico e storico , comprende una città sommersa, manufatti sepolti e beni archeologici.

 

Il PAJ ha affermato che la tecnologia SeaWalk facilita l'attracco delle navi senza dragaggio invece di ampie opere infrastrutturali necessarie per costruire un sistema convenzionale. Una decisione ecologica ed intelligente, quella di utilizzare la tecnologia come in Svezia ed  in Norvegia, per sensibilità ambientali simili.

Pertanto, secondo il PAJ, l'uso della tecnologia a Port Royal, ha l'obiettivo di stabilire Kingston come destinazione per le crociere.

Il PAJ ha affermato che il sistema di ancoraggio per SeaWalk sarà installato entro venerdì 15 febbraio per facilitare l'ormeggio.

E’ la prima fase altre  opere marittime, inclusa la costruzione di una nuova struttura presso l'Old Cold Wharf a Port Royal, il sito destinato alla costruzione del nuovo porto da crociera, sarà completata nell'aprile 2019.

Dopo il completamento dei lavori marittimi, l'installazione e il collegamento di SeaWalk dovrebbero essere completati entro maggio 2019.

I lavori a terra che includono la costruzione di un terminal, aree di trasporto via terra e altri servizi, nonché le fasi successive dello sviluppo, dovrebbero iniziare a luglio 2019 ed essere completati entro gennaio 2020, ha affermato il PAJ.

 

 

 

 

 

 

Marcia Griffiths ha sempre negato ed in pochi potevano immaginarlo o forse lo ha sempre nascosto ?

Tanti rumors che giravano si, ma nessuno lo sapeva con certezza fino quando l'uomo che ha scritto la canzone in questi giorni ha finalmente rivelato la verità.

Neville Livingston aka Bunny Wailer conferma che la canzone, “The Electric Slide", conosciuta anche come "Electric Boogie" parla di un vibratore.

"Sono sorpreso che ci sia voluto così tanto tempo per capirlo", dice la BUNNY.

Il settantanovenne Livingston riferisce che ha scritto la canzone dopo che una ragazza gli disse che non aveva bisogno di lui perché aveva un giocattolo che chiamava “Electric Slide”.

In realtà era un vibratore.

 

ELECTRIC BOOGIE / ELECTRIC SLIDE

 

 

Ormai cinquantenne '' non riesce nemmeno a ricordare '' quando ha fumato il suo primo joint  e lo ha fatto solo perché suo padre Bob Marley  lo incoraggiò a fare parte del movimento rasta.

Ziggy ha dichiarato: "Fumare marijuana non è una cosa negativa nella cultura rastafariana. Non è qualcosa da nascondere ai bambini. Non riesco nemmeno a ricordare quando ho avuto il mio primo spliff, forse avevo circa nove anni. Ero molto giovane, troppo giovane.

Fa parte della nostra religione - siamo una di quelle antiche culture con tradizioni che la società moderna non accetterebbe."

Anche se molte persone fumano marijuana per "divertimento", Ziggy  ha sempre utilizzato la ganja per rafforzare il suo rapporto con la spiritualità.

'' Quando decisi per la prima volta di fumare consapevolmente erba da adolescente, mi avvicinai da un punto di vista spirituale. Mi ha dato una visione più approfondita di me stesso e della mia spiritualità e la utilizzo come forma di influenza durante la lettura di scritture e libri.

La uso per darmi una prospettiva diversa in modo che la mia mente non sia nello stesso posto in cui si trova normalmente.

Mi trasformo in uno sciamano".

Non si trattava mai solo di sballarsi, mi sono educato a questo proposito come gli Yogi in India la usano e ho seguito quella strada, non quella del divertimento fine a se stesso ''

Ziggy Marley quindi ha quanto pare ha iniziato a fumare marijuana all'età di nove anni e di certo non gli ha fatto male.

 

 

Ziggy Marley  - LIVE

 

Domenica, 18 Agosto 2019 23:26

DIRETTA STREAMING ROTOTOM SUNSPLASH QUI

.

CLIKKA SULLA FOTO PER LA DIRETTA STREAMING

 

 

More https://rototomsunsplash.com/

Con la rivoluzione musicale apportata dai Bobo Dread, la musica reggae era destinata ad evolversi arricchendosi di impeto ed efficacia. Capaci di suscitare soprattutto negli show live un energia esplosiva mai vista.

Con quella intensità esplosiva unita unito al messaggio RastafarI artisti come Sizzla si sono conquistati di diritto un posto nella storia della musica giamaicana.

Una carriera che dura da più di due decenni ed un catalogo con oltre 40 album, l'artista afferma che l'onore è appropriato in base al messaggio che ha inviato attraverso la sua musica.
Ha spiegato che il riconoscimento va di pari passo alla sua missione di musicista.

 

Sizzla Kalonji, è uno dei due artisti che sono stati onorati dal governo durante la messa in scena del Grand Gala di quest'anno il giorno dell'indipendenza, il 6 agosto.

Kalonji è stato riconosciuto, insieme a Rita Marley, per il suo eccezionale contributo.

Kalonji si unisce a un elenco crescenti di artisti che sono stati onorati all'evento nazionale annuale. Le onorificenze in passato sono andate a Jimmy Cliff, Freddy McGregor, Marcia Griffiths e Damian "Junior Gong" Marley.

Il Grand Gala dell'anno scorso è costato $ 79 milioni mentre le celebrazioni di quest'anno hanno un budget di $ 85 milioni.

 

Sizzla si è presentato in moto allo stadio con i suoi fratelli di Judgement yard come vedrete nel video

 

 

 

Finalmente una produzione di altissima qualità, mentre va per la maggiore la musica asettica dancehall e Afrobit, fare una ri-edizione di un brano vintage, completamente fuori dalle regole del mercato, vuol dire che bisogna avere tanto coraggio ma soprattutto tanto amore e passione per gli anni d'oro della musica Reggae.

Così la Broncorotto band capitanata da Mc Baco a distanza di 50 anni ri-arrangia e ri-suona completamente il leggendario brano I Don’t Want To See You Cry.

Secondo le nostre ricerche risale addirittura al 1968, proprio quando lo Ska lasciava il posto al nuovo genere più lento era il tempo del Rocksteady . Era il ritmo dei The Heptones, The Melodians The Techniques, The Paragons e dei nascenti The Wailers.

Ken Boothe giovanissimo, era già famoso in quegli anni e I Don’t Want To See You Cry divenne un hit ed un'altra pietra miliare.

 

Oltre all'owner della song Ken Boothe nella riedizione denominata “Don’t Cry Baby” c'è anche Dennis Alcapone con Lover Song e niente poco di meno del padre del DJ Style. Daddy U-Roy che arricchiscono la produzione facendola decollare.

Come ultima perla la versione “Lover Dub ” affidata alle sapienti mani diBuriman dei Moa Anbessa Crew

 

Il modo migliore di ascoltarla e chiudere gli occhi abbandonandosi al mood incredibile.

Provate ad ascoltate tutte le versioni fino in fondo ed una dietro l'altra. Vi aiuterà a tornare indietro nel tempo, un tuffo nell'epoca d'oro del genere grazie ad idea brillante della Broncorotto Band, che fa rivivere magicamente un brano intramontabile.

Oltre al formato digitale naturalmente sarà disponibile anche in vinile.

 

Per ascoltare https://mcbaco.bandcamp.com/album/dont-cry-baby

 

 

More

https://www.facebook.com/broncorotto/

https://mcbaco.bandcamp.com/music

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 

 

Il suo segno distintivo era falsetto, Pat Kelly era una delle voci più identificabili nel panorama del reggae, ci ha lasciato purtroppo martedì per complicazione renale.

Kelly ha iniziato la sua carriera a metà degli anni '60, registrando le sue prime canzoni per Bunny Lee, suo amico d'infanzia. Successivamente, Lee ha prodotto diverse sue canzoni tra cui How Long.

 

Con i The Techniques, Kelly ha cantato ha raggiunto la notorietà con hits quali I Wish it Would Rain e Love Is Not A Gamble.

Pat Kelly aveva poco più di 70 anni, è morto il 16 luglio a Kingston. Ad Agosto si terranno i funerali.

 

Era un uomo molto umile, educato e disciplinato. Questa è una grande perdita per la musica ", ha detto Richards ex dirigente della Trojan Records nel Regno Unito

Il suo singolo giamaicano più venduto del 1969 How Long Will It Take

 

 

Kelly era anche un ingegnere audio qualificato con una laurea in elettronica audio presso il Massachusetts College of Technology.

Ha lavorato alle sessioni di registrazione per Gregory Isaacs, Delroy Wilson e Johnny Clarke.

 

 Pat Kelly:  The Best 10 Songs

 

 

FB ARTIST PAGE

https://www.facebook.com/pat.kelly.186

 

 

Finalmente, dopo il memorabile “Canto in uno stile I-tal” album pubblicato nel 2000 per la Carosello/Universal, dopo un po' di singoli entrati a far parte di compilations di tutto rispetto e collaborazioni fatte al fianco di artisti e gruppi reggae italiani, Ras Hobo ritorna con un nuovo singolo.

Era da tempo che l'artista partenopeo -rappresentante della Rasta music italiana e che vanta il primato di aver pubblicato per una major un disco in cui ha cantato senza veli di marijuana, di Etiopia, di JAH Rastafari, di Re Salomone ed altre tematiche di fede non pubblicava materiale nuovo.  

“Babylon”, questo il titolo del suo nuovo Jah work suonato in puro stile reggae roots, vedrà la luce il prossimo 23 Luglio, data della nascita di Sua Maestà Imperiale Hailè Selassie I e conterrà anche il brano nella sua versione “half dub remix”.

Il testo, fortemente intriso di riferimenti biblici, è un chiaro e diretto attacco al sistema (shit-stem) in cui ci si trova a combattere ogni giorno.

Le due tracce -registrate, missate e masterizzate da Chris Lapolla presso l'Electric Town Recording Studio di Picerno (PZ)- saranno edite in formato digitale dall'etichetta dell'artista, Suono I-tal. Hanno preso parte alle sessions: Chris Lapolla alle chitarre, Rocco Mastroberti al basso, Antonello Ruggiero alla batteria, Domenico Vitolo alle tastiere, Maria Carmela Paciello e Paola Pascale ai cori.

La copertina, un meraviglioso dipinto nell'inconfondibile stile etiope raffigurante la forza del bene che si contrappone a quella del male, è stata realizzata dall'artista siciliano Ras Dedo (Matteo De Domenico), uno dei pionieri della cultura Rastafariana in Italia.
 
Noi di RR che abbiamo avuto la fortuna di ascoltare in anteprima entrambe le tracce, abbiamo capito lo spirito con cui Ras Hobo ha ripreso il suo cammino artistico: testi conscious e musica curatissima nel suono e nell'arrangiamento.

 

Ma sarà Babylon la prima anticipazione di un nuovo Album o di un Ep ?

Il reggaeman napoletano ha confermato che è pronto a ritornare con diversi singoli, non esclude che voglia uscire con un Ep.
Vedrete dal vivo l'artista probabilmente alla festa per i 20 anni di Reggae Revolution che è in programmazione.

Per adesso non diamo altre anticipazioni: aspettiamo il 23 Luglio!

Bless up!

 

 

OUT NOW - RAS HOBO  BABYLON - Ascolta

 

 

 

 

 

 

 

 Link Artista: FB official Ras-Hobo

 

 

#reggaerevolution20

Domenica, 14 Luglio 2019 14:42

TRA POCHE ORE- LIVE STREAM REGGAE SUMFEST

Mancano poche ore, tra breve apriranno i cancelli del Festival più rinomato al mondo. Si svolge in Jamaica a Montego Bay con tante novità quest'anno.

Tra le principali una sorta di “Tune fi Tune” che si svolgerà il 19 tra i due artisti più rinomati della dancehall e una apertura da paura con con Koffee .

 

Una tradizione che continua ad incantare il mondo intero, Una scaletta pazzesca ed anche se le serate migliori saranno il 19 ed il 20, ci sono tutta una serie di appuntamenti da seguire in streaming

 

Il 20 Buju Banton e Beres Hammond e tanti artisti che potrete seguire anche su un canale Youtube o su Dse Tv.

Non perdetevi lo Streaming con l'apertura di stanotte ore italiane, sotto il link.

 

Live Stream SUMFEST : 

https://reggaesumfest.com/#livestreams

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pagina 1 di 59