Duppy

Duppy

1-Marcia Griffiths – What Kind of World

2-Protoje – Not Another Word ft Lila Iké & Agent Sasco

3-Romain Virgo – Melanin

4-BEAUTIFUL LIFE – RICHIE SPICE FEAT. KATHRYN ARIA – ELEMENT MUSIC JA/VP RECORDS

5-YARDIE – THE A.T.F. BAND – TADS RECORDS

6-LET MY SPIRIT FLY – ETZIA – MAMBIA RECORDS

7- COUNTRY FOR SALE – BUJU BANTON – PENTHOUSE RECORDS

8-HEAVEN (READY FI  DI FEELING) – JAH9 – VP RECORDS

9-GO HARDA – ALEXX A-GAME – UPSETTA RECORDS/REAL N TRUE RECORDS

10-YOUNG GIRL – HEZRON – ZIMMA ENTERTAINMENT

11-GENERAL – CHRISTOPHER MARTIN – FRANKIE MUSIC

12-HEART TOO CLEAN  – JAH VINCI – NOTNICE RECORDS

13-LION ORDER – JESSE ROYAL FEAT. PROTOJE – EASY STAR RECORDS

14-MARIJUANA – JAH CURE FEAT. DAMIAN ‘JR GONG’ MARLEY – VP RECORDS

15-NEW FOUND LOVE – POPCAAN – NOTNICE RECORDS

16-WHERE I’M COMING FROM – LILA IKÉ – EASY STAR RECORDS

17-YOU GIVE ME HOPE – ALAINE – CHIMNEY RECORDS

18-DON’T WANNA LOSE YOU  – JAHMIEL FEAT. MOYANN – DJ FRASS RECORDS

 

 19-STRONGER – ALTHEA HEWITT – OSS BOSS MUSIC

20-THAT’S NOT TRUE – SKIP MARLEY & DAMIAN ‘JR GONG’ MARLEY – UNIVERSAL/ISLAND RECORDS

21-BEACH & COUNTRY – MORGAN HERITAGE – CTBC MUSIC GROUP

22-SINGLE MOTHER – PAMPUTTAE – WOPEN DOOR MUSIC

23-GREAT MEN  – BUSY SIGNAL – WARRIORS MUSICK PRODUCTIONS

24-I’M ALRIGHT – MAXI PRIEST FEAT. SHAGGY – S-CURVE RECORDS/BMG

25-THRONE – KOFFEE – COLUMBIA

 

 

Fonte: https://www.reggae-vibes.com

 

 

 

 

Domenica, 28 Luglio 2019 17:03

SAM D PRESENTA “UN SOLO ISTANTE”

Un 2019 ricco di nuove produzioni e uscite discografiche per l’artista Sam D che per l’occasione ha vestito di nuovi colori e ritmi il brano “Un solo istante”.

Si tratta di un’esperienza musicale dal carattere intimo e poetico che prende per mano la naturale tendenza al genere reggae dell’autore e l’accompagna a forme più sperimentali di produzione legate agli aspetti tradizionali della propria cultura di appartenenza.

La base acustica essenziale e morbida delle chitarre viene contaminata dalla pizzica e da quegli effetti che a tutto tondo tracciano paesaggi e fotografie di altri tempi.

Da qui nasce il canto guidato dal tappeto delle percussioni, il testo come massima espressione di un cuore che parla, soffre e racconta le trasformazioni  dei pensieri e dell’anima.

La vita è fatta di continue evoluzioni e cambiamenti che a volte affrontiamo con paura. L’amore e odio a confronto, notti insonni e desideri che a volte si fanno attendere.

E’ vedere “lei” come un fiore che sboccia e cresce. Diventa incitazione alla vita ma che fa suo e accetta l’inevitabile declino.

Un solo istante e tutto prende forma. Sono le storie di tutti i giorni, cristalline e dirette, semplici e leggere ma che hanno il potere di unire o dividere per sempre.

I due protagonisti del video canalizzano alla perfezione questo senso di possibilità ed esperienza condivisa all’interno di un contesto incontaminato, di questi tempi quasi surreale.

La dolce melodia dei cori femminili affidati ad Annalisa Ianne si muovo sinuosi tra i colori delle riprese e della fotografia  a cura di Veronica Manti e Eugenio De Luca i quali hanno saputo fondere, grazie alle spiccate capacità tecniche di regia, aspetti tradizionali di produzione con i sempre più attuali e specializzati strumenti del settore quali il drone, a cura di Pasquale Lazzari. 

La scelta della location insieme al gioco di contrasti tra forme e colori evidenziano il buon gusto personale dello staff nella fase di montaggio. I dettagli mostrano che nulla è lasciato al caso perché tra la luce e l’ombra delle sfumature, le parole danno il senso simbolico e concreto del

percorso che lo spettatore può intraprendere arrendendosi alla profondità del mare, all’intenso abbraccio della natura e alle infinite emozioni che ogni genere di sentimento può generare.

GUARDA UN SOLO ISTANTE:

Artista : Danilo "SAM D"
IG: https://www.instagram.com/samd_reggaesinger/?hl=it
FB: https://www.facebook.com/SAMD.cp/?__tn__=%2Cd%2CP-R&eid=ARDZnxv1rKMVpAEM3IR1T6VaghM1hZjujwjwSp49lGvIrChbPKPbyRl1hqSFaL0rJFzVRL3Wi-QRJY38

Scritto e diretto da Veronica Manti
FB: https://www.facebook.com/veronica.manti
IG: https://www.instagram.com/tua_true23/?hl=it

Direttore di produzione : Veronica Manti

Direttore della fotografia : Eugenio De Luca
IG: https://www.instagram.com/eugenio_deluca1/?hl=it
FB: https://www.facebook.com/EDLPROD/

Montaggio: Eugenio De Luca & Veronica Manti

Operatore di macchina : Eugenio De Luca

Operatore Drone: Pasquale Lazzari
IG: https://www.instagram.com/pasquale_zary/?hl=it

Interprete 1: Lenny Avantaggiato
Interprete 2: Cristina Rotaro

Grafiche e costumi : Veronica Manti

Strumentale: Marco "DON BASS" Paladini

Cori: Annalisa Ianne

Registrazione - mixaggio & Mastering: Manqc Studio - Frigole (LE)

Il governatore dello stato di Ondo, Rotimi Akeredolu, afferma che la Nigeria guadagnerebbe miliardi con la legalizzazione della coltivazione della cannabis.

Rotimi Akeredolu ha detto che la Nigeria potrebbe beneficiare anche di una nuova industria da miliardi di dollari basata sulla cannabis. Come dichiarato nei rapporti Sahara, la coltivazione di cannabis potrebbe portare enormi vantaggi sociali ed economici all’intera Nazione.

Sebbene abbia affermato che sono ancora necessarie ulteriori ricerche sulla pianta, ha spiegato che l’olio di cannabis può essere usato per curare molte malattie croniche e che la Nigeria potrebbe guadagnare molto dal potenziale della pianta.

L’impianto può migliorare l’economia del paese

Rotimi Akeredolu è convinto che la legalizzazione possa migliorare l’economia del paese. Ha fatto queste dichiarazioni mentre ospitava il direttore generale incaricato del Servizio penitenziario della Nigeria (NPS), Mr. Benson Oluwayiopese

Ha detto che “la Nigeria potrebbe fare miliardi di dollari come gli altri paesi dalla coltivazione legale e controllata della cannabis”.

Rispondendo, Oluwayiopese ha detto che era li proprio per un tour su come coltivare la cannabis a livello commerciale.

Secondo lui, lo stato di Ondo è stato scelto per il viaggio di studio a causa della sua intenzione innovativa di coltivare cannabis legalizzata e controllata per benefici medici ed economici.

Ha sottolineato che se la coltivazione della cannabis fosse legalizzata a livello nazionale contribuirebbe decisamente a migliorare l’economia.

Anche voci più rilevanti della Nigeria si sono espresse in questa direzione. Omoyele Sowore, redattore e candidato alla presidenza in Nigeria ha detto non molto tempo fa che trasformerà il paese in un centro di esportazione di cannabis se verrà eletto presidente.

di Stefano Auditore Armanasco

https://www.freeweed.it/

Venerdì, 28 Giugno 2019 19:09

PERDERSI DI VISTA - NUOVO VIDEO PER MANZISH

Ormai l'estate è iniziata e ci si aspetta di ascoltare i classici tormentoni reggaeton allegri,spensierati e no sense che ci rimbomberanno per i prossimi due mesi.

il 21 Giugno è uscito "Perdersi Di Vista", il 5° singolo di Manzish estratto dall'ultimo album intitolato "Wananay - The Meridional Flavour", ed ha tutte le caratteristiche per non essere il classico tormentone estivo.


Pezzo riflessivo e a tratti nostalgico che parla di persone che si perdono e amicizie che finiscono, spesso non per colpa di qualcuno in particolare ma perché questa strana e assurda vita mette in moto meccanismi che fanno sì che ciò accada.

Il brano è dedicato a due suoi cari amici, Bak, un compagno scomparso qualche mese fa, e ad Hafiz, un giovane rapper scomparso anche lui ormai un anno fa, questa dedica speciale è rivolta a loro.

La produzione musicale è affidata a Rebel Noise Productions, il mix e il master sono di Princevibe mentre il video è stato realizzato dallo stesso Manzish a.k.a. Vurpigno Design.

GUARDA PERDERSI DI VISTA

1-GREAT MEN  – BUSY SIGNAL – WARRIORS MUSICK PRODUCTIONS

2-THRONE – KOFFEE – COLUMBIA

3-YOU GIVE ME HOPE – ALAINE – CHIMNEY RECORDS

4-SHOW LOVE – ETANA & BUGLE – TADS RECORDS

5-SINGLE MOTHER – PAMPUTTAE – WOPEN DOOR MUSIC

6-NO UNDERWEAR – DEXTA DAPS – ONE TIME MUSIC

7-TOO BADMIND  – CERASSIE TEA – 2000 PLUS PRODUCTION

8-MARIJUANA – JAH CURE FEAT. DAMIAN ‘JR GONG’ MARLEY – VP RECORDS

9-MELANIN – ROMAIN VIRGO – CHIMNEY RECORDS

10-COUNTRY FOR SALE – BUJU BANTON – PENTHOUSE RECORDS

11-WHAT KIND OF WORLD – MARCIA GRIFFITHS – TADS RECORDS

12-LET MY SPIRIT FLY – ETZIA – MAMBIA RECORDS

13-NEVER LOSE HOPE – ALKALINE – DJ FRASS RECORDS

14-BEAUTIFUL LIFE – RICHIE SPICE FEAT. KATHRYN ARIA – ELEMENT MUSIC JA/VP RECORDS

15-INSEPARABLE – BOUNTY KILLER – CHIMNEY RECORDS

16-REGGAE MUSIC – KABAKA PYRAMID – GHETTO YOUTHS INTERNATIONAL

17-HEAVEN (READY FI  DI FEELING) – JAH9 – VP RECORDS

18-THAT’S NOT TRUE – SKIP MARLEY & DAMIAN ‘JR GONG’ MARLEY – UNIVERSAL/ISLAND RECORDS

 

 

 

 

 19-NOT ANOTHER WORD – PROTOJE, LILA IKÉ & AGENT SASCO – IN.DIGG.NATION.COLLECTIVE

20-YARDIE – THE A.F.T. BAND – TADS RECORDS

21-GO HARDA – ALEXX A-GAME – UPSETTA RECORDS/REAL N TRUE RECORDS

22-GENERAL – CHRISTOPHER MARTIN – FRANKIE MUSIC

23-YOUNG GIRL – HEZRON – ZIMMA ENTERTAINMENT

24-SOMETIME LOVE  – SEVANA – IN.DIGG.NATION COLLECTIVE

25-LION ORDER – JESSE ROYAL FEAT. PROTOJE – EASY STAR RECORDS

JA Reggae Top 25 – Non Stop Playlist

Fonte: https://www.reggae-vibes.com

 

Domenica, 02 Giugno 2019 08:35

FUORI WOMEN IN BLACK VOL 3

È diventato un appuntamento fisso e questo è già il terzo volume: si tratta di Women in Black, il lavoro discografico ideato dalla giornalista salentina Alessandra Margiotta, supportato dall'etichetta Rising Time Label, e che punta alla valorizzazione delle voci femminili della musica black.

In questa nuova edizione il lavoro è più elaborato ed originale e come spiega Margiotta: “In questo mio nuovo lavoro discografico ho pensato di inserire nel progetto diversi produttori italiani; ho dato loro degli accordi e delle parti musicali suonate da me al pianoforte chiedendo di costruire una base musicale. Da queste mie note sono nate interessanti armonie che abbracciano diversi stili della black music. Poi sono andata alla ricerca delle voci femminili affini ed ecco Women in Black vol. 3”.

Nel progetto hanno partecipato tra i produttori: il salentino Giuliano Conte, i calabresi dj Spike & Jkob, Andy Mittoo che vive in Liguria, Andrea Presicce di No Finger Nails anche lui salentino, e il casertano Vittorio Copioso. Le cantanti che invece hanno impreziosito il lavoro discografico sono: la salentina Desi, Franciscadi origini brasiliane, Veronica Lauryn anche lei salentina, Valeria Up Beat di Bari e Tiziana Andreoli della provincia di Bologna.

Master dei brani a cura di Andrea Dima della Rising Time.

Il lavoro discografico sarà online anche sui digital store nei prossimi giorni.


---------------------------------------

Music in Black

www.musicinblack.org

Rising Time Label

www.risingtimenews.com

Domenica, 12 Maggio 2019 08:26

"DOVE SEI" NUOVO VIDEO PER MANZISH

È appena uscito il lyric video di "Dove Sei?", quarto singolo di Manzish estratto dall'ultimo album "Wananany - The Meridional Flavour" e in collaborazione con Roberto Palermo, bravissimo
speaker e doppiatore italiano emergente del panorama italiano.


Il brano è caratterizzato da un testo graffiante che descrive un po' l'alienazione imperante oggi rispetto all'utilizzo delle nuove tecnologie come smartphone e internet, la nostra noncuranza
riguardo le tematiche sociali importanti che ci interessano da vicino (Ttip, Tav, Tap, guerra in Siria).


Il ritornello è abbastanza rappresentativo: "Fratello, sorella dove sei? Ho bisogno di un abbraccio ma come faccio daldisplay".


Tutto è servito da un lyric video molto d'impatto realizzato dallo stesso Manzish, alias Massimiliano "Vurpigno Design" Cubello.


La produzione è targata Rebel Noise Productions mentre il mix e il master sono di Princevibe.
Resta solo da dire, buon ascolto e buona visione!

GUARDA "DOVE SEI"

1-Danny I – Life Is In The Blood

2-Oku Onuora – I’ve Seen

3-Cocoa Tea – Music Is Our Business

4-Sparky Rugged – Born By Da Speaker Box

5-VA – Black Man’s Pride 3: None Shall Escape The Judgement Of The Almighty

6-Step Forward Youth

7-Clive Matthews – Jah Live

8-VA – Sword Riddim

9-Gentleman’s Dub Club – Lost In Space

10-One Root – Soldiers Of Love

11-The Roots Ark – Awake

12-VA – Big Slap & Black Bird Riddims

13-Desmond Dekker – 007 (Shanty Town)

14-Jahcoustix – Reunion

15-Keith Foundation + Black Disciples – Hi Yo

16-VA – Reggae Mandela

17-VA – Inna De Yard

18-Highest Intention – Universal Light

19-Israel Vibration – Reggae Knights

20-VA – Here Comes The Duke

Reggae Vibes Album Top 20  – Non Stop Playlist

FONTE:https://www.reggae-vibes.com/

Sabato, 20 Aprile 2019 17:30

NO WORRIES RIDDIM ISLASOUND 2019

La Sardegna ancora una volta protagonista di una produzione in levare curata di Isla Sound, è il No Worries Riddim, un fresco digital rub a dub che ci riporta ai tempi d’oro delle dancehall anni 80.

Sedici tracce sulla stessa version con liriche differenti e caratteristiche per stile e contenuti in cui i singers si cimentano nelle diverse lingue - italiano, sardo, salentino oltre che in inglese e patois - dimostrando che la musica non conosce barriere.

Un progetto tutto italiano che dall’isola viaggia per tutto lo stivale, il No Worries riddim promuove sedici artisti italiani, dai veterani ai più giovani: Virtus, XL Mad, Rocky Ganjavox, La Marina, Dr Boost, Bujumannu (singer dei Train To Roots), Sista Namely, Azzurra, Silvia Piras, Supahfly, Screwface, Paolinho, Mistah Kayaman, Micfo, Neekoshy, Almagheddon. Disponibile da venerdì 26 aprile su You Tube Music, i Tunes, Spotify, Deezer, Google Play, Amazon Music.

NO WORRIES RIDDIM MEGA MIX (Isla Sound prod 2019)

NO WORRIES RIDDIM

Produttore esecutivo:  Isla Sound

Produzione artistica: Catchy Greezzly / Isla Sound

Editing and Mastering: Catchy Greezzly Studio

Supported by Redgoldgreen Label

Info Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La legalizzazione della cannabis ha portato ad un maggiore uso?
di Petar Petrov, Staff Writer per Terpenes e Testing Magazine
È opinione diffusa che il frutto proibito sia sempre più dolce, che la legalizzazione sia sempre più vicina.

Ma la cosa veramente interessante della cannabis è che è sempre stata un qualcosa di più di un semplice svago almeno per coloro che sentono una vera connessione con essa.
Come influisce la legalizzazione sui consumi di cannabis?

Le statistiche

In breve, le statistiche dicono che legalizzare e / o depenalizzare la cannabis genera un atteggiamento più salutare nei confronti del fiore. Ma potrebbe esserci di più rispetto a un semplice status legale.

Paesi Bassi

L’Olanda è forse il primo esempio che compare nella mente di molte persone. È assurdo pensare che il paese in prima linea nella cannabis europea abbia uno dei più bassi tassi di consumo di cannabis nel vecchio continente.

Ma è così, come riporta Reuters.

Secondo un rapporto annuale dell’Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze, solo il 5,4% degli adulti olandesi usa la cannabis, mentre la media dell’Europa è del 6,8%, con il tasso di utilizzo della cannabis in Italia che è il più alto al 14,6%.

“I dati della popolazione generale e le indagini scolastiche indicano una situazione stabilizzante o addirittura decrescente”, si legge nel rapporto, in riferimento agli anni ’90 e agli inizi del 2000, quando il consumo di cannabis in Europa era al culmine.

Portogallo

Il Portogallo è spesso elogiato per aver rivoluzionato il modello per combattere i problemi eventuali legati all’uso di droghe. L’idea alla base è che invece di perseguire i tossicodipendenti come criminali, il tutto debba essere affrontato con supporto medico sociale.

Il paese ha assistito a un grande miglioramento in tal senso, con molto meno abuso di droghe e molte meno incarcerazioni non necessarie.

Gli Stati Uniti

Cannabis ad uso medico

Sembra che gli adolescenti negli Stati in cui la cannabis ad uso medico sia legale usino meno cannabis.

Secondo uno studio pubblicato sull’American Journal of Drug and Alcohol Abuse , che ha esaminato oltre 800.000 studenti in 45 stati, i fumatori di cannabis adolescenti erano circa l’1,1% in meno in Stati che hanno legalizzato la cannabis ad uso medico. [1] È importante notare che lo studio ha tenuto conto di altri fattori correlati come le politiche del tabacco e dell’alcol, la demografia statale, le caratteristiche dei giovani e le tendenze economiche.

“Quando abbiamo esaminato sottogruppi particolari di adolescenti, questa riduzione è diventata ancora più pronunciata: ad esempio, il 3,9% in meno di nero e il 2,7% in meno di giovani ispanici ora usano [cannabis] negli stati con legalizzazione medica [della cannabis]”.

È interessante notare che, per i consumatori di cannabis più grandi tra i partecipanti allo studio, le politiche statali sul fiore non hanno cambiato nulla.

Stati liberali e conservatori

Un modello comportamentale più trascendente potrebbe essere emerso in un altro studio sull’uso di cannabis negli Stati Uniti dalla Mailman School of Public Health della Columbia University. [2]

Lo studio ha scoperto che mentre gli adolescenti e i giovani adulti negli stati “liberali” possono usare la cannabis di più rispetto a quelli degli stati conservatori, loro esercitano molta più moderazione.

Nel complesso i risultati dello studio rivelano che l’uso di cannabis è aumentato dal 2007 nel suo insieme, ma che automaticamente contrassegnare tali statistiche come negative e toglierle dal quadro generale è fuorviante.

“Queste ultime scoperte potrebbero direttamente informare i responsabili delle politiche e gli operatori della sanità pubblica sul grado in cui altri più ampi fattori contestuali influenzano anche i modelli di consumo di cannabis negli Stati Uniti”, dice Morgan Philbin, PhD, Assistant Professor di Scienze sociomediche e primo autore.

Può essere vero quello che dicono dei frutti proibiti, ma quando si parla di cannabis, “proibito” non si riferisce solo alla mera legalità. Piuttosto si riferisce agli atteggiamenti socialmente aggressivi e oppressivi verso qualcosa che è tutt’altro che aggressivo in natura.

Riferimenti:

    Coley, R. et al. Una valutazione quasi sperimentale delle politiche sulla marijuana e sull’uso della marijuana giovanile . L’American Journal of Drug and Alcohol Abuse , 2019, Pagine 1-14. [fattore di impatto del journal = 2.231; citato da N / A]
    Philbin, M. et al. Associazioni tra il liberalismo politico a livello statale, il consumo di cannabis e il disturbo da uso di cannabis dal 2004 al 2012: guardare oltre lo status di legge sulla cannabis medica . International Journal of Drug Policy , 2019, Volume 65: Pagine 97-103. [fattore di impatto del journal = 4.244; citato da N / A]

Di Stefano Auditore Armanasco , presidente Associazione FreeWeed

https://freeweed.it/ecco-come-la-legalizzazione-influenza-il-consumo-di-cannabis/?fbclid=IwAR2kfG4hDPd6B2KIM6X0Nw2M56zZAkI3PHLjAycX992zpHTpmQDVQxB8y-E

InizioPrec123456789SuccFine
Pagina 1 di 9