Viaggio in Giamaica

Viaggio in Giamaica (26)

Crescono le preoccupazioni sulla diffusione del nuovo coronavirus (COVID-19) sull'isola. La Giamaica, a partire dalle 23.59 di sabato 21 marzo, chiuderà i suoi porti aerei e marittimi al traffico di passeggeri in entrata per due settimane,

Il traffico in uscita e le merci saranno consentiti durante il periodo di chiusura.

L'annuncio è stato fatto venerdì pomeriggio dal primo ministro Andrew Holness durante la conferenza stampa quotidiana alla Jamaica House.

Allo stesso tempo, il primo ministro ha annunciato che i casi sono saliti a 19, rispetto ai 16 di qualche giorno fa.
Due dei tre nuovi casi sono quelli arrivati dall'estero

Dei 19 casi totali, sei sono stati trasmessi localmente. Tutti tranne uno dei sei casi locali sono riconducibili al paziente uno, identificato in una donna di Bull Bay che è arrivata nell'isola dal Regno Unito il 4 marzo per un funerale.

Tra quelli che da allora sono risultati positivi per COVID-19 c'è anche il padre.

Bull Bay da qualche giorno è in quarantena ed è stata chiusa completamente


Il primo ministro ha affermato che nei prossimi giorni, il virus porterà più problemi nei confronti degli anziani e delle persone a rischio con un o più patologie

Nel frattempo, gli studenti di medicina dell'ultimo anno verranno utilizzati per assistere alla lotta COVID-19 e verrà anche istituito un centro di quarantena presso l'Università delle Indie occidentali

 

Ulteriori aggiornamenti e news  sul gruppo ufficiale di Fb di Reggae Revolution .it qui

 

 

Mercoledì, 11 Marzo 2020 10:38

GIAMAICA CONFERMATO IL PRIMO CASO DI CORONAVIRUS

Scritto da

Il Ministro della Salute, il dott. Christopher Tufton, ha fatto una rivelazione durante una conferenza stampa nei suoi uffici di New Kingston.

"Sapevamo da molto tempo che questo giorno sarebbe arrivato. Siamo stati in grado di ritardarne l’arrivo ma ciò che è importante per noi contenere e prevenire la diffusione alla nodtrs comunità", ha continuato.

La paziente è stata isolata da ieri dopo aver mostrato sintomi respiratori. Secondo la ricostruzione, è tornata in Giamaica dal Regno Unito il 4 marzo.
Afferma di essere arrivata in Giamaica per un funerale.

Saranno fatti tutti gli sforzi per rintracciare tutte le persone con cui potrebbe essere stata in contatto, osservando che queste persone saranno messe in quarantena.

Con la conferma di questo caso significa che ora ci sono quattro paesi caraibici con il virus.
Gli altri sono Repubblica Dominicana, St Martin e St Barts.

La responsabile della sanità pubblica, la dott.ssa Jacquiline Bissasor McKenzie, ha dichiarato alla conferenza stampa che la giovane paziente è in condizioni stabili.

La dott.ssa McKenzie, responsabile della sanità pubblica, afferma che il paziente è in condizioni stabili. Nel frattempo, sarà fatto tutto il possibile per rintracciare tutte le persone con cui potrebbe essere stata in contatto. Queste persone saranno messe in quarantena.

Il ministro della salute ha nominato un gruppo consultivo speciale per assistere la risposta del ministero al coronavirus.
Tufton esorta il pubblico a mantenere la calma, aggiungendo che il ministero della salute sta facendo tutto il necessario per rispondere all'emergenza.

Divieto di viaggio ampliato

Nel frattempo, sono state imposte ulteriori restrizioni ai viaggi con il divieto che ora si applica a Spagna, Germania e Francia. Gia da prma chiuse le frontiere dalla Cina, Italia, Corea del Sud, Singapore e Iran...

 

fonte Jamaican Gleaner

 

 

Il titolo non è sproporzionato a meno che non decidiate di andare sull'isola e stare in quarantena anche senza sintomi.

Non stiamo parlando della crociera di cui hanno parlato i Tg, dove agli italiani non è stato concesso lo sbarco, il nuovo aggiornamento precisiamo, è ancora più restrittivo e riguarda diversi paesi non solo il nostro.

Ma prima segnaliamo grazie alle nostre fonti sull'isola che ieri un altra crociera ad Ochio Rios hanno fatto sbarcare tutti passeggeri escluso gli italiani e dei paesi che vedremo, i passeggeri sono rimasti in cabina.

Il ministero della Sanità ha esteso le restrizioni di viaggio ad altri quattro paesi causa Coronavirus.

Questa limitazione si applica ora ai viaggi dall'Italia, dalla Corea del Sud, da Singapore e dall'Iran oltre che alla Cina, la prima bandita per l'epicentro del virus

 

Nessun italiano dunque può arrivare più sull'isola se non casi eccezionali e sotto controllo sanitario con quarantena. La Neos, vettore italiano, addirittura a cancellato tutti i voli fino a fine marzo.

 

Ecco il dettagli delle restrizione di viaggio

 

1. Tutti i giamaicani che hanno visitato l'Italia, la Corea del Sud, l'Iran e Singapore negli ultimi 14 giorni avranno i privilegi di sbarco in conformità con la legge, ma saranno soggetti a una valutazione sanitaria e alla quarantena;

2. Alle persone che hanno visitato l'Italia, la Corea del Sud, l'Iran e Singapore negli ultimi 14 giorni e che non hanno residenza permanente o esenzione di matrimonio in Giamaica non saranno concessi i privilegi di sbarco in nessuno dei porti di entrata del paese.

3. I non giamaicani che hanno esenzioni permanenti di residenza e matrimonio che sono sbarcati e che hanno visitato l'Italia, la Corea del Sud, l'Iran e Singapore negli ultimi 14 giorni saranno soggetti a una valutazione sanitaria e alla quarantena.

4. Le persone che hanno visitato l'Italia, la Corea del Sud, l'Iran e Singapore e che hanno ottenuto i privilegi di atterraggio e classificati dal Ministero della Salute e del Benessere come ad alto rischio saranno messe in quarantena nelle strutture governative; e coloro che sono valutati dal Ministero della Salute e del Benessere come a basso rischio saranno messi in quarantena a casa sotto la supervisione del Dipartimento di Sanità Parrocchiale.

5. Gli individui di ritorno da Italia, Corea del Sud, Iran e Singapore a cui sono stati concessi i privilegi di sbarco e che presentano qualsiasi sintomo di COVID-19, secondo la definizione del caso pubblicata dalla Pan American Health Organization / World Health Organization, verranno inseriti in isolamento immediato presso una struttura sanitaria.

 

fonte: Jamaican Gleaner

 

Sarà sempre ricordato per l’esibizione di Bob Marley e The Wailers il 9 luglio 1979 a Montego Bay, in Giamaica. Il Reggae Sunsplash, il rivoluzionario festival musicale che creato un format vincente ripreso poi da altri festival reggae di tutto il mondo, tornerà a novembre 2020, dopo un'assenza di 14 anni.

Il rinato Reggae Sunsplash si terrà al Grizzly's Plantation Cove in Priory, St. Ann,  dove si tiene attualmente il Rebel Salute, in un ampio spazio all'aperto compreso di spiaggia situato vicino a Ocho Rios sulla costa settentrionale della Giamaica.

Fondata da Synergy Productions, la prima edizione ebbe luogo il 23-28 giugno 1978 a Mo Bay e presentò per la prima volta sei notti di concerti dal crepuscolo all'alba.  A quei tempi solcavano il palco  Jimmy Cliff, Burning Spear , Jacob Miller e Inner Circle, Third World e Toots and the Maytals.

Il Sunsplash si è tenuto ogni estate tra il 1978 e il 1992 a Montego Bay, tranne nel il 1980, quando si è tenuto nella capitale di Kingston,  utilizzando come location il campo da calcio Jarrett Park e il Bob Marley Entertainment Center.

Ma ora, il festival sta tornando e sotto una nuova proprietà. Guardsman Group Ltd., una delle più grandi società di sicurezza della Giamaica, ha acquistato l'evento e concesso in licenza i diritti della holding eMedia Interactive Group Ltd., con sede a Kingston.  Guardsman detiene una partecipazione del 35%. Reggae Sunsplash sarà prodotto attraverso la controllata eMedia Vertical Creative Ltd.

"il Reggae Sunsplash è il padre di tutti i festival  reggae ", afferma Tyrone Wilson, fondatore / CEO di eMedia e produttore esecutivo dell'evento rinnovato. "Ha rappresentato la musica reggae nella sua forma più autentica, ha lanciato così tante carriere di artisti giamaicani, permettendo loro di esibirsi per un pubblico diversificato ed  ora sta tornando per rivendicare quello spazio."

Wilson, insieme ai direttori del festival Debbie Bissoon e Randy Mattis, non ha ancora annunciato il  line up, né sponsor di eventi, ma ha invece delineato un programma per il festival:

La prima notte si vedranno gli spettacoli prima del 2000;

La seconda notte presenterà artisti dopo il 2000;

Il l finale sarà una festa a Puerto Seco Beach, a Discovery Bay, a circa 25 minuti dal parco del festival, con vari silecta e sound system.

 

Robert "Chuckles" Stewart, che ha lavorato all'originale Sunsplash ed ha prodotto tournée per il trionfale ritorno di Sean Paul e Buju Banton, produrrà il festival rinnovato.
"Proprio come la cerimonia dei Grammy Awards rende omaggio agli artisti scomparsi, onoreremo gli artisti che si sono esibiti nel passato al Sunsplash", afferma Mattis. "Vogliamo che il festival rivitalizzato abbia quell'autenticità."

 

 

Bob Marley - Rastaman Live Up  -Live at Reggae Sunsplash-  1979

 

 vi terremo aggiornati !

Sei in visita sull'isola e Vuoi conoscere le regole, ne hai bisogno per curarti, cerchi un business coltivando o solo vendendola. Sei un Rasta e vuoi conoscere l'uso sacramentale. Semplicemente vuoi informarti su quanto ne puoi portare con te senza essere arrestato ?

Oppure vuoi trasferirti sull'isola del Reggae per coltivare solo il tuo orticello ?

 

Tutto questo ed altro, pubblicato nel opuscolo emanato dal Ministero giamaicano sul nuovo mercato della Ganja e le nuove regole ribaltate dall'approvazione della legge entrata in vigore il 15 aprile 2015

 

Riassumiamo i punti salienti e vi invitiamo a guardare la guida completa per tutte le informazioni

1- Il possesso di 2 once o meno di ganja non è più un reato per il quale uno può essere arrestato, accusato e processato in tribunale, e non si tradurrà in una fedina penale.


2- La polizia può emettere una multa per una persona in possesso di 2 once o meno di ganja, Entro 30 giorni bisogna pagare la somma di 500 J$ presso qualsiasi ufficio delle imposte.
Il ticket è denominato "avviso di penalità fisso" nella DDA.


3- Resta un reato essere in possesso di oltre 2 once di ganja, i trasgressori possono essere arrestati, accusati, processati in tribunale e, se giudicati colpevoli, condannati a una multa o alla reclusione o ad entrambi. La condanna viene registrata sulla fedina penale


4 - Fumare la ganja in un luogo pubblico o entro cinque metri da un luogo pubblico è proibito in modo similare alle sigarette.

5- Gli aderenti alla fede rastafariana devono chiedere autorizzazione a fumare la ganja per scopi sacramentali in luoghi registrati come luoghi di culto rastafariano.


6 - Una persona che soffre di cancro o di qualsiasi altro malattia terminale o cronica grave può importare medicine o prodotti terapeutici derivati dalla ganja.


7- Ogni famiglia è autorizzata a coltivare legalmente non più di cinque piante di ganja nei suoi locali. Se ci sono più di una famiglia in ogni locale, ogni famiglia può coltivare cinque piante di ganja.


8- Persone di 18 anni o più che sono aderenti alla fede rasta, o organizzazioni rastafariane, possono chiedere l'autorizzazione a coltivare la ganja per scopi religiosi come un sacramento in aderenza alla fede rastafariana.


9- Un'autorità per la concessione di licenze di cannabis è stata creata dalla DDA allo scopo di consentire di regolamentare la ganja per scopi medici, terapeutici o scientifici e in canapa, di stabilirsi in Giamaica.

10- Nei concerti non fatelo mai sotto al palco ma trovatevi un angolo poco frequentato rischiate la multa di pochi euro ma fastidiosa poi nel pagarla.

 

 

 

 

Scarica il PDF GANJA IN GIAMAICA 

qui  https://jis.gov.jm/media/Fact-Sheet-Booklet-weed.pdf

 

 

 

Si avvicina un grande evento destinato ad essere ricordato nella storia della Jamaica.

Essendo stati accreditati come Media, Reggae Revolution lo seguirà dall'interno dello stadio e dall'esterno proponendo articoli di avvicinamento.

 

Forse solo dopo il One Love Peace Concert di Bob Marley e l'arrivo si Rastafari, lo stadio nazionale di Kingston, il più grande spazio a disposizione sull'isola, si appresta a vivere un altro momento indimenticabile.

 

Il concerto di Buju Banton previsto per il 16 marzo secondo l'organizzazione è una prova di sostenibilità per l'isola e soprattutto un nuovo inizio per una serie di manifestazioni nello stadio giamaicano. Un occasione da sfruttare

 

Oltre a Buju Banton, ci sarà Chronixx, Etana, Coco Tea, Delly Ranx, Romain Virgo, Ghost, Agente Sasco, LUST e, Jahzeil ( il figlio di Buju) .

 

Attenzione i biglietti non si comprano assolutamente al botteghino dello stadio ne fuori.

Qualche ticket è ancora disponibile per le gradinate ma si compra solo nei negozi digicel preposti.

 

La grande sfida è ora quella di far arrivare le persone con dei servizi navetta e non con l'auto.

Un piano del traffico speciale prevede la chiusura di diverse strade nell'area circostante lo Stadio Nazionale e la regolazione del flusso di traffico nell'area del concerto. Di conseguenza, il parcheggio sarà limitato ai servizi essenziali, inclusi i media e i team di produzione, nonché per alcuni clienti che possiedono biglietti VIP .

Non resta che ritornare sul nostro portale l'unico italiano, accreditato ufficialmente per seguire cosa accadrà prima, durante e dopo il concerto del secolo.

 

 

Fonte: jamaicaobserver

 

 

 

 

Lunedì, 29 Gennaio 2018 10:57

CONTO ALLA ROVESCIA BUJU BANTON FREE

Scritto da
In Jamaica quest'anno in etere tutte le radio, tra i sound system, nei Party
nei festival non è mai mancato un rifeferimento alla liberazione di Buju Banton.
 
Così abbiamo attivato il ContDown puntato sul giorno della sua liberazione.
 
Presto le date dei suoi primi concerti, intanto in molti attendono  una sua
esibizione  al Rebel Salute 2019.
 
Vedremo anche se sarà condizionato dal Visto. 
Quando lo avrà per vederlo in Europa ?
 

QUANDO USCIRA' BUJU BANTON DALLA PRIGIONE

CONTO ALLA ROVESCIA

 

 

Buju Banton: Last Interview Before Incarceration

Anche quest'anno confermiamo uno degli appuntamenti più interessanti durante il mese di Dicembre. Reggae Revolution.it. sbarcherà sull'isola del Reggae per seguire, come prima manifestazione, proprio il Rastafari Rootz Fest con la sua incredibile cannabis cup. La notte di Natale invece saremo all'Exstravaganza di Gt Tatlor, prima di rientrare a gennaio seguiremo accreditati anche il Rebel Salute.

 Il Rastafari Rootz Fest alla sua terza edizione ufficiale, quest'anno sarà molto interessante anche sotto l'aspetto dei concerti nei tre giorni vedremo Bushman, Kabaka Pyramid, Iba Mahr, Capleton, Leroy Sibbles e tanti altri.

 Nata pochi mesi dopo dall'approvazione della legge sulla depenalizzazione della ganja che ha permesso di uscire allo scoperto. In passato più volte abbiamo partecipato con tanto di irruzione della polizia e stop di tutte le attività.

 Oggi invece avviene alla luce del sole, visto che nella legge è incluso che si può richiedere un permesso speciale per uso cerimoniale, ed essendo anche una manifestazione di cultura Rasta, si svolge la gara sulla migliore qualità che cresce sull'isola.

Verranno da tutti i Parishs con tutte le novità sia Indica che Sativa. Non mancherà l' organic ganja mentre tra le ultime novità c'è anche l'indoor.

Bancarelle e stand di contorno per entrare in una dimensione mistica puramente Rasta.

Quest'anno siamo addirittura diventati partner

 

Non resta che seguirci grazie all'ashtag #reggaerevolutionit

seguiteci in real time , foto, video recensioni, reportage in arrivo

 

 

RASTAFARI ROOTZ FEST 

http://rastafarirootzfest.com/index.html

 

 REGGAE REVOLUTION.IT PARTNER DEL RASTAFARI ROOTZ FEST

http://rastafarirootzfest.com/Partnersl.html

http://reggaerevolution.it/partners.html

 

 

Il ministero è intervenuto recentemente sul tema chiudendo le porte alla vendita di Ganja in ogni sua forma, in particolar modo a quella che viene ingerita.

Mentre sull'isola iniziava un percorso in salita nell'organizzare festival dedicati alla Ganja con tutti i suoi derivati, la strada viene sbarrata per ragioni di preoccupazioni di salute pubblica.

Le torte di ganja ed altre forme devono essere regolate per non causare problemi di salute.

 

Nell'ultima edizione dello Stepping High Festival a Negril, svoltosi dal 3 al 5 marzo 2017, quello che doveva essere una normale fine settimana musicale e di preghiera rasta "si invece sfiorata la tragedia".
Secondo il loro resoconto, due persone sono state sul punto di morire con allucinazioni e malessere poi per aver ingerito un quantitativo sproporzionato di torta e biscotti.

 

Il NCDA preoccupato per le persone alza i toni.
"Sulla base della nostra partecipazione a questi eventi, c'è poco o nessuna promozione della fede rastafariana, ma piuttosto un evento per promuovere il turismo della ganja o il festival sulla ganja"

Il ministro ha promesso è che ci sarà una clausola in tutte le future approvazioni di concerti e festival.

Non si vedrà più ganja commestibile sui banchetti, mai più in vendita ad un evento !

 

Fonte : Jamaica Gleaner

 

 

Si può mai chiamare un gelato “One Love” come una delle più famose canzoni del Re del Reggae ? Decisamente no !  se non c’è una motivazione particolare ed allora tutto è permesso.

In molti storceranno il naso,  pensando al solito business della famiglia Marley , che sia arricchisce ma non è sempre la prima impressione quella che conta.

Il  nuovo gelato da un gusto speciale,  è un mix di banane con caramello e Graham Cracker swirls, della famosa casa Ben and Jerry che in accordo con la Famiglia Marley ha deciso di lanciare questo nuovo ice cream.

"Vi proponiamo questa fredda espressione come un gustoso omaggio al leggendario Bob Marley. In partnership con la famiglia Marley,  contribuirà a finanziare un programma dedicato ai giovani meno fortunati  in Giamaica - musica alle tue orecchie e per  i tuoi gusti!"

Questo lo spot della Ben and Jerry che in questi giorni sta lanciano il nuovo gelato. La cosa importante e che il ricavato andrà a finanziare un programma per i giovani sull’isola del Reggae .

 

GUARDA IL VIDEO DI LANCIO DEL NUOVO GELATO MARLEY

InizioPrec12SuccFine
Pagina 1 di 2